Questo articolo è stato letto 0 volte

Energie rinnovabili in Abruzzo

energie-rinnovabili-in-abruzzo.gif

Il bando è rivolto agli imprenditori agricoli professionali singoli o associati (I.A.P.) (ai sensi del D.Lgs. 29 marzo 2004, n. 99 e successive modifiche) che intendono utilizzare a scopo energetico la biomassa prodotta in azienda (residui derivanti da potature di impianti arborei aziendali, prodotti legnosi provenienti da utilizzazioni forestali, da colture dedicate alla produzione di energia) e derivata dalle attività agro-industriali di trasformazione (sanse, nocciolino ecc.) secondo un modello di sviluppo attento alle logiche produttive ma anche alla sostenibilità ambientale.

Il contributo è del 50% in conto capitale fino ad un massimo ammissibile a seconda dell’investimento.

Sono previsti finanziamenti per tre tipologie di interventi:

1. Meccanizzazione delle operazioni di raccolta, trasporto, stoccaggio, trattamento, conservazione delle biomasse prodotte e trasformate in azienda e utilizzazione delle stesse con l’acquisto e l’installazione di generatori di calore ad alto rendimento idonei alla combustione di biomasse vegetali (legna da ardere, fascine di potature, nocciolino, sanse, cippato) per il riscaldamento di strutture agricole inserite nel ciclo produttivo aziendale (essiccatoi, strutture di trasformazione, strutture destinate all’agriturismo, serre ecc.);

2. Meccanizzazione delle operazioni di raccolta, trasporto, stoccaggio, trattamento e conservazione delle biomasse prodotte e trasformate in azienda;

3. Installazione di generatori di calore ad alto rendimento idonei alla combustione di biomasse vegetali (legna da ardere, fascine di potature, nocciolino, sanse, cippato) per il riscaldamento di strutture.

Testo del bando

Fonte: www.regione.abruzzo.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico