Questo articolo è stato letto 0 volte

ERP, i proprietari degli alloggi ad Aosta pronti a far causa

erp-i-proprietari-degli-alloggi-ad-aosta-pronti-a-far-causa.gif

Se la politica tace la parola passa ai giudici. E’ questo il senso della nuova azione intrapresa da Federconsumatori riguardo alla legge 6/2010, che stabilisce che il diritto di prelazione sugli alloggi Erp passa da 10 a 30 anni.

Il problema è la possibile retroattività della norma, su cui esistono pareri contrastanti.

Gli abitanti degli alloggi popolari di Aosta si sono riuniti in assemblea per decidere come reagire, e al termine della discussione hanno appoggiato in massa la proposta di Bruno Albertinelli, segretario regionale di Federconsumatori, e di Silvia Caveri, avvocato dell’associazione.

Non è possibile intentare una causa collettiva, perché ciascuno può rivalersi solamente del danno subito in prima persona. Allora sarà uno dei sette proprietari di alloggi Erp che si sono visti negare la possibilità di vendere casa a procedere legalmente, chiedendo un parere al tribunale.

A quel punto il Comune potrà accettare il parere, oppure ricorrere e andare in causa.

“Tutti noi – ha sostenuto Albertinelli – appoggeremo il singolo proprietario che intraprende questa strada, anche economicamente, autotassandoci con 30-40 euro a testa per coprire le spese legali anche in caso di sconfitta. Se vinceremo, e mi sembra inevitabile, dal momento che una legge retroattiva non può esistere, la decisione del giudice consentirà a tutti gli altri di decidere come gestire la proprietà”.

Fonte: AostaSera

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>