Questo articolo è stato letto 1 volte

Formazione per progettare opere pubbliche in Toscana

formazione-per-progettare-opere-pubbliche-in-toscana.gif

La Regione Toscana collaborerà con Anci e Upi Toscana per attivare misure formative propedeutiche alla realizzazione di opere pubbliche “sottosoglia”, cioè inferiori a 500.000 euro di costo, e dunque attuabili con procedure semplificate.

La formazione è destinata sia a personale degli uffici degli enti locali (Comuni, Province, Circondario empolese/Valdelsa), delle aziende sanitarie locali e di quelle ospedaliere universitarie toscane, che a giovani laureati e diplomati.

La collaborazione è stata sancita dalla firma di un protocollo d’intesa che stabilisce un impegno finanziario di circa 71.000 euro da parte della Regione per organizzare e realizzare gli interventi formativi.

Anci e Upi contribuiranno all’elaborazione coordinata del programma di formazione. «Un impegno importante – commenta l’assessore Ceccobao – che aiuta gli enti locali a riqualificare i centri urbani e a migliorare viabilità e opere pubbliche, e contribuisce a consolidare l’esperienza dei giovani professionisti per accedere al mondo del lavoro».

L’accordo tra Regione, Anci e Upi rientra in un intervento consistente deliberato dalla Giunta su iniziativa dell’assessore Luca Ceccobao per dare impulso all’economia tramite incentivi di 1 milione di euro per la progettazione di opere pubbliche di medie-piccole dimensioni nel settore mobilità, accessibilità, trasporti, sicurezza stradale e opere per le fasce deboli.

Tali risorse attiveranno un centinaio di progetti, un segnale secondo l’assessore alle infrastrutture che la Regione Toscana è a fianco del mondo produttivo in un momento di difficoltà come quello attuale. «Si tratta – sottolinea Ceccobao – di un intervento di stimolo per un settore fondamentale come quello dei lavori pubblici che dà respiro alle aziende, porta lavoro e punta a creare un c ircuito virtuoso che mira alla crescita».

«In una fase di crisi come quella attuale – commenta Alessandro Cosimi, presidente di Anci Toscana – occorre incentivare politiche di rilancio degli investimenti nel settore delle opere pubbliche e dare impulso a tutte quelle azioni che favoriscano interventi di riqualificazione urbana.

In questo quadro, la formazione per il personale degli enti locali e per i giovani professionisti può dare un contributo fondamentale sul piano della qualità, per coniugare sviluppo e tutela dell’ambiente».

Per il presidente di Upi Toscana, Andrea Pieroni «si tratta di un passo importante nella direzione che mira a rendere le procedure di gara più rapide e più semplici. Tali quindi da poter favorire la partecipazione delle imprese di dimensioni più piccole, con benefici anche per il tessuto economico locale».

Fonte: www.regione.toscana.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>