Questo articolo è stato letto 0 volte

Friuli: infrastrutture e viabilità

friuli-infrastrutture-e-viabilit.gif

"Siamo impegnati con concretezza e nel segno della continuità per risolvere i problemi infrastrutturali del Friuli Venezia Giulia come contributo allo sviluppo economico e sociale e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini".

Così il presidente della Regione, Renzo Tondo, ha manifestato l’impegno dell’amministrazione regionale per la soluzione dei problemi aperti: lo ha fatto in occasione della posa simbolica della prima pietra di due bretelle che collegano la "A28" ai territori e alle zone industriali di Fontanafredda e di Caneva, per le quali Autovie Venete svolge un ruolo di "alta sorveglianza".

Per l’assessore regionale alla Mobilità e trasporti, Riccardo Riccardi, "le opere cui diamo il via oggi segnano il primo passo di quel programma complessivo delle infrastrutture previsto dalla finanziaria regionale, che sarà definito entro il prossimo febbraio e che vedrà il Friuli Occidentale in una posizione centrale nell’ ammodernamento della rete viaria".

Soffermandosi sulle varie opere, Riccardi ha affermato che si sta lavorando per risolvere alcuni nodi specifici, si andrà al bando di gara per la Sequals-Gemona, si elimineranno i "punti neri" della viabilità dotando "Friuli Venezia Giulia Strade" di 2 milioni all’anno per vent’anni; che vi è piena volontà di risolvere i problemi della "Pontebbana" tra Codroipo e Pordenone.

Per l’anno in corso, oltre al completamento della A28, si attende l’apertura della bretella di Monfalcone, del casello di Ronchis sulla A4, si appalterà il collegamento di Godega fra la A28 e la Statale 13, si espleteranno le gare per la terza corsia della A4.

Le due bretelle di oggi riguardano il collegamento tra lo svincolo della A28 di San Giovanni del Tempio (Statale 13) e la Zona Industriale "La Croce (Strada Provinciale 17 di Vigonovo). La realizzazione (impresa Bertolo srl di Fiume Veneto) è prevista in 290 giorni per una spesa di 2 milioni e 106 mila euro.

E la "Bretella di Caneva", ovvero il collegamento tra lo svincolo di Ronc di San Michele (Statale 13) e Caneva (Strada Provinciale 29), la cui realizzazione (impresa Tomat spa di Udine) richiederà 390 giorni e quasi 4 milioni di euro. Per entrambe le opere sono previste opportune mitigazioni ambientali per un miglior loro inserimento nel territorio.

Fonte: www.regione.fvg.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico