Questo articolo è stato letto 0 volte

Friuli, ok al Regolamento del Codice dell’edilizia

friuli-ok-al-regolamento-del-codice-delledilizia.gif

Definitivo via libera al Regolamento di attuazione del Codice regionale dell’edilizia, disciplinato dalla legge 19 del 2009. La relativa delibera è stata approvata oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Pianificazione territoriale e ai Lavori pubblici Riccardo Riccardi.

Il documento, composto da 4 capi e 13 articoli, “offre agli operatori pubblici e privati indirizzi omogenei ai quali attenersi negli adempimenti relativi all’attività edilizia – spiega lo stesso Riccardi – e fa riferimento a tutta una serie di istituti, che vanno dai criteri di calcolo dei parametri edilizi a quelli per il rilascio del certificato di agibilità, dalle disposizioni in materia di oneri e convenzioni edilizie a quelle relative alla sicurezza nei cantieri edili”.

In sostanza il codice, che entrerà in vigore appena il relativo decreto del presidente Renzo Tondo sarà pubblicato sul BUR-Bollettino Ufficiale della Regione, “permetterà l’uniformità dei comportamenti degli uffici tecnici comunali nei confronti della collettività: quindi modalità di misurazione e modulistica uguali su tutto il Friuli Venezia Giulia”.

Rispetto al testo originariamente proposto dalla Giunta, il regolamento accoglie una serie di modifiche suggerite dal CAL-Consiglio delle Autonomie Locali, la cui terza commissione ne aveva esaminato i dettagli assieme alla struttura regionale competente. Soddisfazione per l’approvazione del regolamento è espressa dall’assessore Riccardi, che in più occasioni aveva riconosciuto pubblicamente lo sforzo degli uffici della direzione regionale, dei Comuni, degli ordini e delle categorie professionali, per giungere “ad una pietra importante, che consentirà di avere una procedura chiara e uguale per tutti”.

“Quando si lavora bene i risultati arrivano puntualmente”, ha ribadito. 

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>