Questo articolo è stato letto 0 volte

Gestione del territorio in Abruzzo

gestione-del-territorio-in-abruzzo.gif

Oltre 54 milioni di euro destinati prevalentemente allo sviluppo delle aree montane dell’Abruzzo attraverso i PIT, i Progetti Integrati Territoriali.

Risorse assegnate alla quattro Provincie ed a loro volta ripartite in otto ambiti territoriali (Avezzano, L’Aquila, Sulmona, Chieti, Lanciano, Vasto, Pescara e Teramo).

A dare ufficialmente il via all’attuazione della programmazione concordata è stata a Pescara, nella sede della Regione, la sottoscrizione delle quattro convenzioni da parte del Presidente della Regione, Gianni Chiodi, e dei presidenti delle Priovincie dell’Aquila, Stefania Pezzopane, di Pescara, Giuseppe De Dominicis, di Chieti, Tommaso Coletti, e di Teramo, Ernino D’Agostino.

Il riparto dei fondi ha previsto l’assegnazione di 18 milioni e 476 mila euro alla Provincia dell’Aquila, di 16 milioni e 314 mila euro a quella di Chieti, di 9 milioni 254 mila euro a quella di Pescara ed infine di 10 milioni e 23 mila euro alla Provincia di Pescara.

"Queste firme rappresentano certamente un segnale di continuità con il passato in relazione al POR FESR 2007-2013 che ha come obiettivi competitività regionale ed occupazione – ha sottolineato il presidente Chiodi – ed, oltretutto, arrivano in un momento estremamente significativo per la nostra regione.

L’Unione Europea concede, infatti, all’Abruzzo – ha proseguito – la grande opportunità di avvalersi di una dotazione finanziaria complessiva di ben 345 milioni di euro, di cui i PIT costituiscono solo una fetta. Nostro dovere sarà non solo quello di spendere tutte le risorse a disposizione ma di spenderle in modo tale da lasciare un segno tangibile per lo sviluppo del territorio".

Il presidente Chiodi ha, poi, voluto mettere l’accento sull’importanza della collaborazione con le Provincie auspicando che possa "proseguire questa sinergia con la Regione al fine di favorire da un lato una capacità di spesa ottimale in senso qualitativo e dall’altro la più ampia partecipazione possibile di sogetti pubblici e privati ai processi di rilancio delle aree interessate. […]

Fonte: www.regione.abruzzo.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico