Questo articolo è stato letto 0 volte

Gestione del territorio in Sicilia

gestione-del-territorio-in-sicilia.gif

La giunta regionale su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Giovanni La Via, ha approvato il piano annuale per l’utilizzo delle risorse statali del “Fondo per la montagna” assegnate alla Sicilia.

A disposizione ci sono 2,656 milioni di euro che verranno utilizzati per la salvaguardia e la valorizzazione delle zone montane. Il piano segue l’impostazione di quelli precedenti, ma introduce anche, per la prima volta, una serie di servizi alla collettività.

Cinque gli ambiti d’intervento previsti: manutenzione del territorio (400mila euro), manutenzione strade di montagna (756mila euro), manutenzione infrastrutture degli enti locali (700mila euro), programma per servizi alla collettività (600mila euro), somme assegnate al dipartimento Foreste (200mila euro). L’attuazione del piano avverrà attraverso circolari e bandi pubblici.

“Sono fondi – spiega l’assessore La Via – che serviranno a migliorare i servizi di diverse zone montane, evitandone, quindi, lo spopolamento e salvaguardando così le attività agricole e rurali in buona parte delle aree interne della Sicilia”.

In particolare, il programma per la manutenzione del territorio prevede la realizzazione di una serie di interventi sui corsi d’acqua rientranti nelle competenze degli enti locali montani e parzialmente montani. Previsti anche interventi di manutenzione straordinaria di strade comunali e interpoderali esterne al centro abitato.

Il piano dà la possibilità di intervenire anche per il recupero di immobili pubblici di proprietà degli enti locali destinati o da destinare ad attività sociali, ricreative, culturali, turistiche e di antichi sentieri e trazzere montane.

Il nuovo ambito dei servizi alla collettività è indirizzato, da un lato, a potenziare il sistema di trasporto di minori, disabili, anziani per consentire la partecipazione, soprattutto nelle ore pomeridiane, ad attività ludico-ricreative-culturali, quali “fattorie sociali” e, dall’altro, a offrire servizi domiciliari, aggiuntivi a quelli già effettuati, per minori e famiglie a “rischio” per assistenza didattica e socio-psicologica.

Le risorse destinate al dipartimento Foreste verranno utilizzate, infine, per iniziative a diretta regia dell’assessorato regionale nell’ambito delle quattro aree di intervento previste dal piano.

Fonte: www.regione.sicilia.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico