Questo articolo è stato letto 75 volte

Gli interventi sul terrazzo secondo la recente giurisprudenza

Gli interventi sul terrazzo secondo la recente giurisprudenza

di MARIO PETRULLI

Sebbene non di rado nel linguaggio corrente il lastrico solare ed il terrazzo sono usati come sinonimi, in realtà esistono delle precise differenze fra le suddetti parti dell’edificio, puntualmente individuate dalla giurisprudenza (cfr., ad esempio, TAR Campania, Salerno, sez. II, sent. 19 febbraio 2019, n. 298; Napoli, sez. IV, sent. 6 marzo 2013, n. 1247):

  • il primo è una parte di un edificio che, pur praticabile e piana, resta un tetto, o quanto meno una copertura di ambienti sottostanti;
  • il terrazzo è inteso come ripiano anch’esso di copertura, ma che nasce già delimitato all’intorno da balaustre, ringhiere o muretti, indici di una ben precisa funzione di accesso e utilizzo per utenti.

Sempre la giurisprudenza, in numerose occasioni, si è occupata degli interventi più frequenti sul terrazzo, pervenendo ad arresti ormai consolidati, che può essere utile ricordare quale vademecum per casi similari che possono presentarsi nella prassi dell’ufficio tecnico comunale…

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>