Questo articolo è stato letto 0 volte

Governo del territorio in Lombardia

governo-del-territorio-in-lombardia.gif

Per facilitare la produzione di cartografia tecnica in formato digitale da parte degli enti locali, Regione Lombardia ha predisposto dal 2006  bandi di finanziamento per la produzione di basi cartografiche attraverso data base topografici, in attuazione di  quanto previsto dalla legge regionale 12 per il governo del territorio.

Per il 2009 – secondo quanto approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore al Territorio e urbanistica, Davide Boni – sarà attiva una nuova misura di finanziamento che metterà a disposizione degli enti locali 1.050.000 euro.

“Per completare il data base territoriale sull’intero territorio regionale – osserva l’assessore Boni –  anche quest’anno viene emanato un ulteriore bando che permette di finanziare, oltre ai progetti di nuova realizzazione, come per i bandi precedenti,anche progetti già avviati o realizzati dalle amministrazioni locali, il cui data base dovrà essere adeguato alle specifiche tecniche regionali più aggiornate; i prodotti dovranno essere forniti alla Regione Lombardia, che verificherà la rispondenza del materiale consegnato ai requisiti di progetto anche eseguendo verifiche tecniche”.

Il provvedimento adottato dalla Giunta fissa inoltre i criteri per accedere al nuovo bando, rivolto a Province, aggregazioni di comuni (unioni, consorzi e associazioni), Comunità montane, enti gestori di parchi, aziende e società di servizi pubblici a prevalente capitale pubblico che non abbiano usufruito di altri finanziamenti regionali specifici per progetti simili.

I bandi di finanziamento per lo sviluppo dei data base topografici sono finalizzati alla produzione da parte degli enti locali di cartografia tecnica in formato digitale, organizzata secondo standard omogenei, che costituirà il riferimento di base per la pianificazione territoriale e sulla quale si integreranno le informazioni dei Sistemi Informativi Territoriali locali; essa costituirà inoltre l’aggiornamento della cartografia tecnica regionale per le parti di territorio interessato.

“Il data base topografico – commenta Boni – rappresenta, oltre che un riferimento aggiornato per la pianificazione, la base di riferimento per i sistemi informativi territoriali degli enti locali sui quali integrare le informazioni a supporto dei processi di gestione del territorio: ad esempio, la gestione delle pratiche edilizie, della fiscalità, del patrimonio pubblico, della viabilità, del verde urbano, della certificazione energetica, finalizzate in particolare all’erogazione di servizi agli enti stessi e ai cittadini”.

La legge regionale 12 per il Governo del Territorio prevede che la Regione, in coordinamento con gli enti locali, curi la realizzazione del Sistema Informativo Territoriale Integrato (Sit), al fine di disporre di elementi conoscitivi necessari alla definizione delle scelte di programmazione generale e settoriale, di pianificazione del territorio e all’attività progettuale.

Dal 2006 al 2008 sono stati finanziati bandi complessivamente con circa 10,6 milioni di euro; sono 1008 i comuni che hanno realizzato la nuova cartografia (il 66% del totale regionale).

Fonte: www.regione.lombardia.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>