Questo articolo è stato letto 0 volte

Grandi infrastrutture in Puglia

grandi-infrastrutture-in-puglia.gif

E’ stato pubblicato nei giorni scorsi  il bando del progetto per la realizzazione del grande ponte che collegherà via Nazariantz con via Tatarella, previsto tra le opere per il completamento dell’Asse Nord Sud di Bari.
Il progetto ha ricevuto l’ok del consiglio comunale nella seduta del 25 settembre scorso. 

L’opera, considerata di importanza strategica, è rimasta in cantiere dal 1988 e, grazie all’impiego di fondi regionali e comunali (per un importo complessivo di 32 milioni di euro), realizzerà lo scavalcamento dei binari di RFI e Ferrotranviaria riducendo fino al 20% il flusso di traffico che quotidianamente si riversa su via Napoli e sulla tangenziale.
 
Il ponte è stato progettato da un gruppo di professionisti con capofila lo studio Carlo Fernandez Casado, di Madrid, che si è aggiudicato il concorso europeo al quale hanno partecipato 15 Associazioni temporanee di imprese.

Entro la fine del 2008 – pena la perdita dei fondi regionali – dovrà essere aggiudicata la gara, mentre i lavori cominceranno nei primi mesi del 2009 per concludersi entro due anni.

Il ponte, sospeso e retto da cavi d’acciaio, sarà lungo 625 metri e alto 10 metri, e sarà riservato al transito delle sole auto. La struttura disporrà di quattro corsie e di un percorso ciclopedonale largo due metri e mezzo.
 
Si tratta di un’opera di indiscutibile pregio architettonico, assicurano i progettisti, che, una volta in esercizio, sarà in grado di sottrarre al traffico odierno 2000 auto all’ora.

Oltre al ponte, nel progetto approvato è prevista la costruzione di tre rotatorie e di una bretella di collegamento tra via San Giorgio Martire e l’asse Nord Sud.

Scarica il bando

Fonte: www.comune.bari.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico