Questo articolo è stato letto 0 volte

Grandi infrastrutture per Piemonte e Valle d’Aosta

grandi-infrastrutture-per-piemonte-e-valle-daosta.gif

Firmato oggi l’Accordo di programma quadro interregionale tra Regione Piemonte, Regione Valle d’Aosta, Ministeri delle Infrastrutture e dello Sviluppo economica e RFI, per l’adeguamento e il miglioramento del sistema di trasporto ferroviario Aosta-Torino.

Un’intesa che vale 40 milioni di euro in 2 anni, per cinque interventi:

– realizzazione della ‘lunetta’ di Chivasso – Progettazione esecutiva e realizzazione dell’opera che permetterà di evitare il "giro di banco" e di collegare direttamente la linea Chivasso-Aosta con la Torino-Milano. COSTO: 25.780.000 EURO

– riqualificazione strutturale del ponte ferroviario sul torrente Chiusella; COSTO: 6.000.000 EURO

– progettazione preliminare e definitiva della variante Verrès-Châtillon; COSTO: 8.000.000 EURO

– progettazione preliminare dei lavori di ottimizzazione della geometria del binario (da progr. 53+000 a progr. 61+411 e da progr. 73+764 a progr. 98+619 – Aosta), e rettifica curve nel tratto da Hone Bard a Verrès e da Chatillon ad Aosta; COSTO: 20.000 EURO

– progettazione preliminare per l’elettrificazione della tratta Ivrea-Aosta. COSTO: 200.000 EURO

Gli assessori regionali alle Infrastrutture e Politiche Territoriali commentano che si tratta di un esempio di grande concretezza: da un’intesa sottoscritta a ottobre la Regione dispone ora di un accordo chiaro e definito. Esiste già il progetto di Rfi e il 15 aprile inizierà l’esame in conferenza dei servizi.

Con gli interventi previsti dall’accordo si ridurranno considerevolmente i tempi di percorrenza ferroviaria tra Aosta e Torino. A questo proposito la Regione Piemonte si è impegnata a realizzare un programma trasportistico per inserire pienamente Chivasso nel sistema ferroviario metropolitano, garantendo il miglioramento e il potenziamento dell’offerta tra Chivasso e Torino. Sulla relazione tra Chivasso e Ivrea, con l’entrata in esercizio della "lunetta", la Regione ha previsto l’inserimento di navette ferroviarie che andranno a sostituire i convogli instradati sulla nuova infrastruttura, garantendo un sistema di collegamento rapido tra Chivasso e Ivrea e tra Ivrea e Chivasso.

Le opere programmate nell’ApQ consentiranno inoltre agli utenti del trasporto ferroviario di raggiungere agevolmente le destinazioni interne alla città di Torino, grazie alla presenza di più stazioni e alla completa integrazione con la rete dei trasporti urbani, tram bus e metropolitana e di creare, allo stesso tempo, un accesso rapido a tutti i servizi ferroviari del nodo di Torino, compresa l’alta capacità verso Milano.

Fonte: www.regione.piemonte.it, www.regione.vda.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico