Questo articolo è stato letto 0 volte

I rifiuti possono divenire una risorsa: ecco cosa accade a Roma

i-rifiuti-possono-divenire-una-risorsa-ecco-cosa-accade-a-roma.JPG

Raccolta differenziata, riciclo e riuso: è questa l’insostituibile triade di concetti che dovrà fungere da caposaldo per le politiche di gestione dei rifiuti nell’immediato futuro. Ed è all’insegna di questo assunto che il Comune di Roma indirizza e continuerà ad indirizzare le sue politiche in materia.

L’Assessore ad ambiente, agroalimentare e rifiuti del Comune di Roma Estella Marino infatti, nel corso dell’incontro avvenuto ieri mattina con gli studenti della Scuola IIS Sibilla Aleramo di Roma ha affermato: “Roma si trova ad affrontare un grande cambiamento e una grande sfida: riorganizzare il proprio ciclo di rifiuti puntando sulla raccolta differenziata, il riciclo e il riuso. Queste pratiche sono le sole perseguibili affinché i rifiuti divengano realmente risorse e per ridurre drasticamente il residuo trattato da far confluire in discarica”.

L’Assessore ha fatto sentire la sua voce proprio in occasione dell’avvio del progetto implementato da  Legambiente Lazio e da REWARE, denominato Re-school, all’interno del quale è prevista la sistemazione per il riuso di computer dismessi: l’iniziativa è gratuitamente offerta alle aziende che aderiscono, verso l’obiettivo di risparmiare i costi di smaltimento delle apparecchiature, contribuendo in tal modo, attraverso un’azione concreta, alla riduzione dei rifiuti.

Ed entra qui in gioco l’importante tematica della gestione di cosiddetti rifiuti RAEE (cioè i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche): lo smaltimento ed il riciclaggio di tale tipologia di rifiuti  rappresenta un adempimento di eminente importanza. Favorire progetti che si occupano di diffondere pratiche di riciclo e corretto smaltimento anche per ciascuno di questi pezzi, oltre che per i rifiuti urbani più comuni, significa portare un un contributo importante al quadro complessivo della materia.

In questa virtuosa direzione infatti, qualche settimana fa, l’Anci aveva avviato il progetto formativo volto a sensibilizzare i ragazzi alla corretta gestione e smaltimento di questo tipo di rifiuti. Per approfondire leggi l’articolo Gestione rifiuti: sensibilizzazione nelle scuole su raccolta RAEE.

L’Assessore Marino, dopo aver rammentato l’importanza di una congrua cultura sulla smaltimento di tale tipo di rifiuti, ha concluso affermando: “ Questo progetto ha una doppia valenza poiché  porta la cultura del riciclo e del riuso proprio nei luoghi della formazione di giovani cittadini partendo dai computer e dalle apparecchiature elettroniche di cui oggi i giovani sono onnivori consumatori, oltre a dare la possibilità di fornire alle scuole, senza costi aggiuntivi, importanti strumenti didattici”.

A cura di Marco Brezza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>