Questo articolo è stato letto 50 volte

Il corretto utilizzo delle definizioni uniformi oggetto dell’Intesa alla base del regolamento edilizio tipo

il-corretto-utilizzo-delle-definizioni-uniformi-oggetto-dellintesa-alla-base-del-regolamento-edilizio-tipo.jpg

A cura di Mario Petrulli

Riveste rilievo la recente sent. 25 gennaio 2017 n. 306 del Consiglio di Stato, sez. VI, in materia di strutture da esterno e relativo titolo edilizio richiesto per la loro installazione. La pronuncia è interessante perché rappresenta il primo caso (almeno secondo le nostre ricerche) nel quale la giurisprudenza richiama espressamente una delle 42 definizioni uniformi che, come abbiamo evidenziato in un precedente intervento su questo sito, sono state oggetto di un’intesa fra lo Stato, le Regioni e gli Enti locali sottoscritta lo scorso 20 ottobre e pubblicata sulla G.U. 16 novembre 2016 n. 268.

I giudici di Palazzo Spada hanno utilizzato la definizione uniforme di veranda: secondo quanto previsto “nell’Intesa sottoscritta il 20 ottobre 2016 , ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e i Comuni, concernente l’adozione del regolamento edilizio-tipo…

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>