Questo articolo è stato letto 0 volte

Il Testo Unico dell’edilizia prevale sulla normativa regionale

il-testounico-delledilizia-prevale-sulla-normativa-regionale.gif

L’articolo 12 comma 3 del Dpr 380/2001 (Testo Unico dell’edilizia) prevede un termine triennale di efficacia da applicare alle misure di salvaguardia, alle quali dunque non può essere applicato il termine più lungo previsto dall`art. 5 della LR Lazio n. 24 del 1977 e 36 della LR Lazio n. 38 del 1999. Tale comma 3 fissa, tra l’altro, un termine inferiore ai tre anni se lo strumento urbanistico adottato non viene sottoposto entro 1 anno dalla pubblicazione ai competenti organi regionali.

Questa la conclusione del Consiglio di Stato con la sentenza n. 2 del 7 aprile 2008: alle norme contenute nel Testo Unico edilizia si assegna carattere di norme di principio e, come tali, prevalenti su quelle regionali emanate prima della sua entrata in vigore e con esso contrastanti. Tale principio viene desunto dal Testo Unico dell’edilizia, all`art. 1, comma 1, che "contiene i principi fondamentali e generali e le disposizioni per la disciplina dell`attività edilizia", al commi 1 dell’art. 2 ("le regioni esercitano la potestà legislativa concorrente in materia edilizia nel rispetto dei principi fondamentali della legislazione statale desumibili dalle disposizioni contenute nel testo unico") e al comma 3 dell’art. 2 ("le disposizioni, anche di dettaglio, del presente testo unico, attuative dei principi di riordino in esso contenuti, operano direttamente nei riguardi delle regioni a statuto ordinario, fino a quando esse non si adeguano ai principi medesimi").
Non si tratta di restituzione allo Stato di competenze in materia urbanistico-edilizia ma di esercizio, da parte dello stesso (in conformità con l`art. 117 Cost. comma 3), della potestà di determinare i principi fondamentali nelle materie di legislazione concorrente.

Consiglio di Stato sez. VI, sentenza 7 aprile 2008 n. 2
Edilizia e urbanistica – DPR 380/2001 – Carattere prevalente sulle norme regionali

 

Fonte: www.ance.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico