Questo articolo è stato letto 12 volte

IM@teria, le pratiche edilizie online dall’architetto alla p.a.

imteria-le-pratiche-edilizie-online-dallarchitetto-alla-p-a.gif

Saranno mille pratiche presentate nello stesso giorno alla stessa ora in mille città a dare il via all’attivazione del portale iM@teria: un nuovo e innovativo strumento per l’erogazione di un servizio telematico on line per la gestione dei procedimenti autorizzativi in materia edilizia (Denunce di inizio attività, permessi di costruire, segnalazione certificata di inizio attività, sportello unico per le attività produttive, ecc.).

In pratica, l’architetto è in grado – in questo modo – di attivare e definire i procedimenti presso le pubbliche amministrazioni, di predisporre la documentazione secondo i dettami normativi e di inoltrarla all’ente attraverso la posta elettronica certificata.

Lo stesso sistema consente alla p.a. di gestire la procedura amministrativa ed il rapporto con il professionista in via completamente telematica-informatica, avvalendosi anche di un apposito archivio sostitutivo.

“Per l’auspicabile – e ormai non più differibile – piano di riqualificazione delle nostre città – sottolinea il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori – servono processi edilizi snelli ed efficaci e provvedimenti volti a semplificare e rafforzare il rapporto tra i professionisti e la pubblica amministrazione per recuperare efficienza nelle procedure, creare presupposti per lo snellimento, introdurre principi e azioni di sussidiarietà attraverso uno sforzo congiunto professionisti – p.a. intorno a pochi ma chiari obiettivi”.

Vengono inoltre erogati dalla piattaforma altri importanti servizi aggiuntivi, finalizzati a massimizzare l’interazione e la comunicazione tra i professionisti e la p.a.:
– la richiesta e la consegna di tutta una serie di certificati;
– l’acquisizione, predisposizione e l’invio di documenti in tutte le fasi della pratica, sempre con l’utilizzo della posta elettronica certificata; in alcuni casi anche attraverso messaggi SMS.

Il processo riformatore centrato sulla semplificazione e sulla sussidiarietà è secondo il Consiglio nazionale “elemento fondamentale tra le misure più generali, rivolte ad ottimizzare il lavoro degli architetti”.

Questo processo risulta praticabile esclusivamente attraverso l’introduzione massiccia di nuove tecnologie nelle procedure e nelle attività, in particolare, di quelle strutture consolidate – quali il mondo delle professioni e la P.A. – che oggi rappresentano il cuore della nostra società ed il volano per riattivare virtuosi processi di crescita.

Fonte: Cnappc

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>