Questo articolo è stato letto 2 volte

Imu, Federcasa: eliminarla dall’edilizia pubblica

imu-federcasa-eliminarla-dalledilizia-pubblica.jpg

Eliminare l’Imu dal patrimonio ex-Iacp, è un vero e proprio grido di allarme quello che viene da Federcasa nel suo dossier sull’edilizia pubblica. “Oggetto di allarme e preoccupazione è costituito dall’introduzione dell’Imu sugli alloggi ex Iacp: a seguito del decreto-legge Salva Italia il patrimonio di edilizia residenziale pubblica gestito dagli ex Iacp risulta essere soggetto all’aliquota Imu ordinaria (abitazione secondaria) mentre il precedente regime Ici equiparava in toto tale patrimonio all’abitazione principale e quindi consentiva la totale esenzione”.

Uno squilibrio ancora maggiore se si considera che se le case appartengono direttamente al Comune sono esenti dell’imposta, mentre gli ex-Iacp, posseduti al 100% da altri Enti territoriali, sono interessati dal tributo.

“Secondo una prima, e inevitabilmente approssimativa, stima – spiega Federcasa – l’esborso Imu 2012 è stato di circa 240 milioni di euro che si aggiungono agli oltre 260 milioni di imposizioni ordinarie che già gravano sugli ex Iacp comunque denominati, enti che fruiscono quasi esclusivamente dell’unico gettito costituito dai canoni di affitto, definiti dalle Regioni mediamente intorno ai 100 euro mese: la situazione che si è venuta a creare ha azzerato di fatto la possibilità di provvedere alla manutenzione ordinaria degli immobili, che produce annualmente circa 200 milioni di investimenti, con il conseguente degrado e aggravamento delle problematiche sociali dei quartieri”.

 

Fonte: Ansa.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>