Questo articolo è stato letto 0 volte

Informatizzazione della gestione del territorio in Sardegna

informatizzazione-della-gestione-del-territorio-in-sardegna.gif

È di 500 mila euro il finanziamento che l’Assessorato degli Enti locali, finanze e Urbanistica ha erogato a favore delle Unioni dei Comuni e delle Comunità montane per il potenziamento delle infrastrutture informatiche utili allo sviluppo del sistema di raccolta e di gestione dei dati geografici e territoriali.

Con l’intervento messo in campo dalla Giunta Cappellacci prosegue il processo attivato da tempo per il rafforzamento del sistema di partecipazione degli enti e delle comunità locali nei processi di governo del territorio e vengono poste in essere, inoltre, le basi per realizzare e sviluppare un sistema informativo territoriale utile a offrire agli Enti locali una piattaforma unitaria per la gestione e la pianificazione dell’intera isola.

Le risorse stanziate dalla Regione permetteranno dunque alle 34 Unioni dei Comuni e alle 4 Comunità montane che hanno presentato domanda e che sono state inserite nella graduatoria finale, stilata dall’apposita Commissione di valutazione, di rafforzare le loro dotazioni informatiche grazie all’acquisto, tra le altre, di personal computer, stampanti, palmari e GPS.

“L’azione messa in campo dalla Giunta – ha sottolineato l’assessore degli Enti locali, finanze e urbanistica Nicola Rassu – si inserisce nel più ampio programma di supporto alle amministrazioni locali messo in atto per migliorare la tutela e la gestione del loro patrimonio paesaggistico, naturalistico, ambientale e storico-culturale. Il provvedimento messo in campo – ha concluso l’esponente della Giunta – consentirà di garantire un’efficace fruizione dell’informazione anche da parte dei cittadini che potranno essere parte attiva del processo partecipativo di pianificazione territoriale”.

Il rafforzamento del sistema informatico locale permetterà infine ai Comuni della Sardegna, già impegnati attivamente nella pianificazione del nuovo Piano Paesaggistico grazie al progetto: “Sardegna Nuove idee”, di rafforzare il processo partecipativo partendo dalle esigenze e dalla conoscenza che la popolazione ha dei propri luoghi, condividendo con le amministrazioni locali una strategia che punti allo sviluppo equilibrato della Sardegna, conservandone e valorizzandone le sue caratteristiche.

 Fonte: www.regione.sardegna.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>