Questo articolo è stato letto 0 volte

Infrastrutture e edilizia in Friuli

infrastrutture-e-edilizia-in-friuli.gif

Infrastrutture e viabilità: primo lotto della terza corsia dell’A4 
Avvio dei lavori a fine 2009, conclusione a novembre 2013, investimento complessivo di 448 milioni di euro, lunghezza della tratta 18,550 chilometri, larghezza della careggiata 32,5 metri.

Sono questi i "grandi numeri" per la realizzazione della terza corsia della A4 lungo il primo lotto Quarto d’Altino-San Donà di Piave di cui la relativa Conferenza dei servizi che si chiuderà il 9 febbraio prossimo.

In questo mese la struttura commissariale del presidente Tondo, coadiuvata da Autovie Venete, sarà chiamata "nel pieno rispetto dei tempi" indicati, ha puntualizzato Riccardi, a valutare ed eventualmente a recepire le osservazioni che saranno portate all’attenzione da parte dei cosiddetti enti "interferenti", cioè delle realtà del territorio (tra queste, le Province di Venezia e Treviso, i sei Comuni di Fossalta di Piave, Meolo, Monastier di Treviso, Noventa di Piave, Quarto d’Altino, Roncade e tre Consorzi di bonifica) e degli enti che gestiscono opere d’interesse pubblico che in qualche modo vengono ad incidere sulla costruzione della terza corsia, come corsi d’acqua, rete viaria, linee aeree elettriche, linee telefoniche, condutture energetiche.

Nell’ambito del primo lotto Quarto d’Altino-San Donà è inoltre prevista la realizzazione del nuovo casello di Meolo (12 "porte" ed un parcheggio), un’opera del valore di 42 milioni di euro, di cui 7,8 milioni per gli espropri.

Di particolare impegno appare proprio il primo lotto, con la presenza di una quarantina di enti interferenti (sono cinque i corsi d’acqua principali da attraversare: Sile, Musestre, Vallio, Meolo e Piave), 170 pratiche di interferenza da espletare, la presenza di 9 cavalcavia e 4 sottopassi e circa 980 pratiche espropriative: il tutto, tra l’altro, in un territorio intensamente urbanizzato e difficile dal punto di vista idraulico.

Accanto al nuovo svincolo di Meolo, sarà demolito lo svincolo di Quarto d’Altino, sarà costruito quello di Bonisiolo ed adeguato quello di San Donà/Noventa, mentre verrà dismessa la barriera di Roncade, con la creazione di due ampi parcheggi per 120 mezzi pesanti.
*****

Contributi ventennali per la messa in sicurezza delle scuole private
La Giunta regionale – su proposta dell’assessore all’Ambiente ed ai Lavori pubblici, Vanni Lenna – ha concesso dei contributi straordinari ventennali (fino al 2027) per le opere di completamento di lavori già avviati e finalizzati alla migliore sicurezza di alcuni istituti scolastici privati.

I contributi (di complessivi 100 mila euro all’anno) sono stati così assegnati: all’Istituto salesiano Bearzi di Udine (16 mila euro), al Collegio Don Bosco di Pordenone (27.450 euro), al Collegio Don Bosco di Tolmezzo (9.349 euro), all’Ente Collegio Nostra Signora dell’Orto di Udine (11.120 euro), all’Istituto Vendramini di Pordenone (16.400 euro) ed all’Istituto Tomadini di Udine (19.680 euro).

Fonte: www.regione.fvg.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico