Questo articolo è stato letto 0 volte

Infrastrutture ed edilizia in Umbria

infrastrutture-ed-edilizia-in-umbria.gif

Finanziamenti ai Comuni per opere urgenti
La Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore alla Protezione Civile Vincenzo Riommi, ha approvato un piano di contributi finanziari a favore di alcuni Comuni umbri per opere urgenti di recupero da dissesti o calamità naturali.
Il piano, finanziato con le risorse del Fondo regionale di protezione civile dell’annualità 2006, prevede interventi per un totale di 1 milione e 145mila euro.

Ad essere interessati sono il Comune di Sant’Anatolia di Narco per una frana lungo la strada provinciale 471 che interessa i centri abitati di Caso e Gavelli (160mila euro), il Comune di Scheggino per il dissesto sulla strada comunale Monte S. Vito (200mila euro), il Comune di Baschi per una frana sulla strada Amerina, in località “I Fori” (250mila).

Altri 100mila sono previsti per interventi a S. Martino di Orvieto, 70mila per il muro di sostegno degli impianti sportivi di Ficulle, 150mila per la frana causata da acque di infiltrazione sulla strada Fiume/Pieve delle Rose a Città di Castello, 65mila per il dissesto della scuola di Collepepe a Collazzone, 150mila per il dissesto della strada Roccanolfi/Preci nel comune di Preci.
*****

Ok al riparto per 4 milioni di euro per le locazioni
La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle politiche sociali ed abitative Damiano Stufara, ha ripartito tra i Comuni umbri oltre 4 milioni di euro  per integrare le spese d’affitto delle famiglie. Si tratta di una somma  complessiva di 4 milioni 273 mila 397 euro,  di cui  3 milioni 655 di provenienza statale, derivanti dal Fondo nazionale per l’accesso alle abitazioni in locazione (annualità 2008),  a cui si aggiungono 608 mila 500 euro  del  bilancio della Regione e ulteriori economie per circa 10mila euro. 

Nella ripartizione tra i comuni – ha spiegato l’assessore –  si è tenuto conto del rapporto tra la popolazione residente e quella totale della regione, del rapporto tra il numero delle abitazioni  in locazione in ogni Comune con il totale delle abitazioni affittate in Umbria  e della media del fabbisogno rilevato negli ultimi tre anni da ciascun Comune. Ai Comuni che hanno integrato con risorse proprie il Fondo è stata inoltre attribuita una “premialità” pari alla somma impegnata per un importo di  608 mila 500 euro. 

“Un contributo che – ha dichiarato l’assessore – , tenendo conto delle novità introdotte dalla normativa nazionale,  è stato ripartito tra i due bandi per il fondo affitti, quello di marzo relativo all’assegnazione di contributi 2008 e quello che verrà emanato entro il prossimo 30 settembre per l’assegnazione dei contributi 2009”.
L’atto verrà pubblicato nel Supplemento ordinario del Bollettino Ufficiale della Regione Umbria del prossimo 9 settembre. 

Fonte: www.regione.umbria.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>