Questo articolo è stato letto 14 volte

La nuova frontiera delle pensiline tecnologiche

la-nuova-frontiera-delle-pensiline-tecnologiche.jpg

Gli spazi adibiti all’attesa per la fruizione dei mezzi pubblici possiedono grande importanza nelle nostre città: e purtroppo in molte realtà cittadine italiane tali spazi versano spesso in cattive condizioni. Pensiline vecchie e fatiscenti, assenza di sedute e cestini per i rifiuti, illuminazione scarsa. Eppure essi sono parte integrante della città e contribuiscono al giudizio dei cittadini sulla vivibilità e sulla qualità dello spazio urbano.

Un efficace e corretto progetto di riqualificazione di tale tipologia di spazi deve assolutamente far sì che le nuove strutture possano integrarsi in modo equilibrato con l’ambiente circostante, in maniera tale da non apparire avulse dal contesto. L’obiettivo deve essere quello di far apprezzare ai fruitori (i cittadini in generale) tali spazi, nell’ottica di un vera e propria valorizzazione nel riconoscimento visivo.

Fondamentale in tale attività è la scelta dei materiali: considerata la funzione di pensiline, panchine e sistemi di illuminazione, espletata all’esterno e sottoposta all’azione degli agenti atmosferici, esse devono essere realizzate con materiali resistenti e durevoli nel tempo, facili da manutenere e ispirati ad un principio di ecosostenibilità del loro ciclo di vita.

In una prospettiva di risparmio energetico e di integrazione tecnologica dei prodotti, risulta davvero importante ricercare soluzioni e sistemi che consentano, ad esempio, lo sfruttamento delle energie rinnovabili per l’alimentazione dell’illuminazione pubblica.

In questo contributo si presenta l’esempio della città di Padova che ha riqualificato le pensiline del tram di Prato della Valle e ha realizzato la nuova Stazione degli Autobus scegliendo i sistemi di arredo urbano di City Design.

Nella piazza di Prato della Valle a Padova, l’amministrazione pubblica ha scelto di installare pensiline fotovoltaiche lungo il percorso del tram. Grazie alla tecnologia delle pensiline Ycaro di City Design, le strutture sono in grado di alimentare il sistema di illuminazione a led e i monitor informativi sfruttando l’energia solare.

Inoltre, anche per la realizzazione della nuova stazione degli autobus di Padova sono state utilizzate le pensiline fotovoltaiche Ycaro integrate con illuminazione a LED. Attraverso la loro modularità, è stato possibile adattare forma e dimensioni in base allo spazio a disposizione e al numero dei veicoli da ospitare.

L’integrazione di tecnologie fotovoltaiche consente di immagazzinare energia per alimentare le luci led durante le ore notturne, consentendo un notevole risparmio energetico.

www.citydesign.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>