Questo articolo è stato letto 1 volte

La procedura di certificazione energetica: cosa cambia dal 1° ottobre?

la-procedura-di-certificazione-energetica-cosa-cambia-dal-1-ottobre.jpg

I decreti attuativi in materia di efficienza energetica sono stati finalmente pubblicati in Gazzetta Ufficiale (li trovate illustrati in sintesi all’interno di questo articolo). Ora è tempo di prepararsi all’entrata in vigore di tutte le novità in essi comprese.

Il 1° ottobre è il D-day che segna lo spartiacque con il cambio di disciplina: cambiano le modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici, vengono ridefiniti gli schemi e le modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto, entrano in vigore le linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.

Ma come prepararsi in maniera efficace al cambiamento, non facendosi trovare impreparati dinnanzi a questa piccola rivoluzione? La risposta è custodita all’interno di una giornata pratico-operativa di approfondimento professionale intitolata La procedura di certificazione energetica: dal sopralluogo all’APE. Le novità dal 1° ottobre 2015. La giornata-convegno, organizzata da Maggioli Formazione si terrà giovedì 30 luglio a Verona.

Il corso si propone come un’occasione di confronto tra professionisti, con l’obiettivo di comprendere lo svolgimento dell’intero iter di certificazione energetica e di valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici: a partire dalle operazioni di sopralluogo e rilievo delle caratteristiche del sistema edificio-impianto, al rilascio dell’attestato, contenente l’indicazione degli interventi di riqualificazione energetica.

A condurre il viaggio tra le novità normative sarà l’Arch. Luca Raimondo, esperto di progettazione, valutazione e certificazione di edifici eco-compatibili e ad elevata efficienza energetica e docente esterno presso la Facoltà di Architettura 2 del Politecnico di Torino.

Nel corso della giornata verrà analizzato il nuovo quadro legislativo, e descritto il metodo di calcolo ai sensi delle norme UNI/TS 11300:2014. Adottando un taglio pratico-professionale, infatti, si intende fornire all’utente le nozioni di base per comprendere la normativa tecnica come strumento di supporto per l’attività del certificatore e comprenderne il livello di dettaglio per gli edifici nuovi ed esistenti.

Per tutte le informazioni in merito (costo, orari, accreditamento) clicca qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>