Questo articolo è stato letto 0 volte

La scuola comincia: il Piano per l’edilizia scolastica a che punto è?

la-scuola-comincia-il-piano-per-ledilizia-scolastica-a-che-punto.jpg

Le scuole italiane stanno gradualmente riaprendo agli studenti (ieri l’inaugurazione in Trentino, da lunedì si spalancano le porte nella maggior parte delle Regioni): ma a che punto si trova il grande Piano nazionale per l’edilizia scolastica? Andiamo ad aggiornare la situazione delle 3 articolazioni del Piano.

Il filone #scuolebelle (interventi di piccola manutenzione, decoro e ripristino funzionale delle scuole) è a buon punto: il primo “step” (dei 3 previsti) è praticamente completo. Al momento sono terminati i lavori in 1465 istituti: Campania e Puglia sono le Regioni in cui si condensa il maggior numero di istituti rimessi a nuovo (rispettivamente 651 e 570).

Per comprendere l’antefatto della questione leggi l’articolo Manutenzione edifici scolastici: #scuolebelle al via in diverse Regioni.

Perciò che inerisce invece al filone #scuolesicure (relativo interventi di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza, rimozione amianto e adeguamento sismico) su 632 interventi complessivi previsti si è per ora concluso soltanto il 4,2% dei lavori.

Dati ancora da elaborare invece (almeno per il momento) sui 404 nuovi edifici previsti mediante il filone #scuolenuove: qui, sul piatto, sono assiepati 122 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014 e 2015.

Per tutte le informazioni, le news e la normativa in materia di edilizia scolastica consulta la Pagina speciale di Ediliziaurbanistica.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>