Questo articolo è stato letto 1 volte

Lavori in quota: in vigore in E. Romagna l’obbligo sulle linee vita

lavori-in-quota-in-vigore-in-e-romagna-lobbligo-sulle-linee-vita.jpg

Sono ufficialmente in vigore gli atti di indirizzo e coordinamento relativi alla prevenzione delle cadute dall’alto nei lavori in quota nei cantieri edili e di ingegneria civile.

Si tratta della diretta applicazione delle norme regionali sull’obbligo di installazione di linee vita e dispositivi di ancoraggio sulle coperture e sulle pareti continue a specchio degli edifici, già prevista dalla delibera dell’Assemblea legislativa n. 149 del 17 dicembre 2013: inizialmente l’entrata in vigore era prevista per il mese di luglio 2014; poi dopo un primo rinvio si è optato per l’entrata in vigore a partire dal 31 gennaio 2015. Pertanto l’entrata in vigore è divenuta ora ufficiale.

Che l’introduzione dell’obbligo nel territorio della regione emiliano-romagnola possa fungere da apripista per il diffondersi di questa tendenza in tutta Italia? È quello che ci si augura in un settore (quello dell’edilizia) che deve fare ulteriori “step” in avanti verso l’abbassamento del tasso di infortuni mortali.

Per approfondire il discorso leggi l’articolo Sicurezza sul lavoro: le cadute dall’alto sono la prima causa di morte.

Si tratta di un atto di indirizzo idoneo a fissare le indicazioni tecniche sulle misure preventive e protettive da adottare in fase di progettazione e realizzazione di interventi sulle coperture di edifici, pubblici e privati, in maniera tale da garantire che i successivi interventi di manutenzione ordinaria delle coperture o le azioni comportanti l’accesso, il passaggio o lo stazionamento sui tetti avvengano in condizioni di sicurezza.

L’obiettivo che soggiace a questa entrata in vigore è quello di ridurre ulteriormente i rischi di infortunio in relazione alla potenziale caduta dall’alto nei lavori in quota in occasione di attività di cantiere per accesso, transito, esecuzione di lavori futuri. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>