Questo articolo è stato letto 1 volte

Edilizia Urbanistica

Lavori pubblici: domanda in crescita nel primo semestre 2009

lavori-pubblici-domanda-in-crescita-nel-primo-semestre-2009.gif

L’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici, ha pubblicato il rapporto sull’andamento degli appalti pubblici nel primo semestre 2009.

Nella pubblicazione sono state utilizzate le informazioni comunicate all’Autorità attraverso il Sistema Informativo Monitoraggio Gare – Simog, istituito dall’Autorità nel febbraio 2007.

Tale sistema registra per ciascuna gara le seguenti informazioni: stazione appaltante, oggetto della gara o dell’affidamento, importo a base d’asta, procedura di scelta del contraente, codifica CPV (Common Procurement Vocabulary), categoria prevalente (per gli appalti di lavori), data di pubblicazione del bando e settore di appartenenza dell’appalto (ordinario o speciale).

Le elaborazioni si riferiscono alle gare ed agli affidamenti articolati in uno o più lotti di importo superiore a 150.000 Euro, attinenti ai Settori Ordinari 1 ed ai Settori Speciali 2 , distinte per tipologia di contratto (Lavori, Servizi e Forniture) ed espletate nel periodo compreso tra maggio 2007 e l’ultimo trimestre completato.

Domanda complessiva generata dagli appalti pubblici nel primo semestre 2009
L’83,4%, pari a 31.061 milioni di euro, dell’importo complessivo degli appalti relativi al primo semestre 2009 è imputabile ai Settori Ordinari mentre il restante 16,6%, pari a 6.187 milioni di euro, è riferibile ai Settori Speciali.

La distribuzione dell’ammontare per tipologia di contratto evidenzia che la quota relativa agli appalti di Lavori è pari al 34,7% (12.919 milioni di euro), quella relativa ai Servizi è pari al 36,2% (13.473 milioni di euro) equella relativa alle Forniture è pari al 25,4% (9.471 milioni di euro).

Analisi comparata della domanda complessiva generata dagli appalti pubblici nel primo semestre 2009 e nel primo semestre 2008
Dall’analisi delle serie storiche mensili  degli importi complessivi negli appalti articolati in uno o più lotti ed espletatati nel periodo maggio 2007 – giugno 2009, è emersa una certa stagionalità del fenomeno. […]

Nel primo semestre del 2009 la domanda complessiva attivata dai contratti pubblici, espressa dall’importo totale degli appalti, è cresciuta del 6,3% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente (in termini assoluti è passata da 35.051 milioni di euro a 37.248 milioni di euro).

Tale risultato è dovuto sia agli appalti afferenti ai Settori Speciali incrementati del 12,8% (in valore assoluto da 5.486 milioni di euro a 6.187 milioni di euro), sia agli appalti afferenti ai Settori Ordinari nei quali si rileva un aumento del5,1% (passati da 29.565 milioni di euro a 31.061 milioni di euro).

All’interno dei Settori Ordinari la domanda generata dagli appalti di Lavori pubblici ha registrato, nel primo semestre del 2009 rispetto allo stesso periodo del 2008, un incremento del 15,2% (in valore assoluto pari a 1.507 milioni di euro). Una tendenza simile, sebbene di entità minore, ha riguardato le gare di Forniture nelle quali l’aumento è stato del3,6% (pari a 283 milioni di euro) e quelle relative ai Servizi con un incremento del 0,9% (pari a 92 milioni di euro).

Per quanto riguarda i Settori Speciali nel primi sei mesi del 2009 si è registrata, rispetto allo stesso periodo del 2008, una forte crescita della domanda generata dagli appalti di Lavori pari al 69,2%e di Servizi pari al 21% (in valore assoluto rispettivamente di 613 milioni di euro e 602 milioni di euro). Viceversa, una sensibile riduzione dell’ammontare degli appalti si è riscontrata negli appalti di Forniture, con un decremento in valore assoluto pari a 514 milioni di euro, corrispondente al 29,5%.

Con riferimento alle diverse classi di importo nel primo semestre 2009 si è registrato un decremento della domanda attivata dai contratti di importo inferiore a 5.000.000 di euro, pari al 4,7%, più che compensato dagli incrementi registrati nelle altre due classi (rispettivamente + 11,3% nei contratti con importo compreso tra 5.000.000 di euro e 25.000.000 di euro e + 15,3% in quelli con importo superiore a 25.000.000 di euro).+

Infine, va evidenziato che nel primo trimestre del 2009 si è rilevato un calo dell’ammontare degli appalti del 3,5%, più che bilanciato dall’aumento registrato nel secondo trimestre del 2009 rispetto allo stesso periodo del 2008, pari al 14,7%.

Testo integrale del Rapporto

Note esplicative

Grafici di dettaglio

Fonte: www.autoritalavoripubblici.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>