Questo articolo è stato letto 0 volte

Lavori pubblici ed energia in Sardegna

lavori-pubblici-ed-energia-in-sardegna.gif

L’Albo regionale appaltatori è sempre in vigore
Con deliberazione n. 3/8 del 16 gennaio scorso, la Giunta regionale ha preso atto, in riferimento alla dichiarata illegittimità degli articoli 24 e 30, comma 3, della legge regionale n. 5 del 7 agosto 2007, che "la sentenza n. 411 del 17 dicembre 2008 della Corte Costituzionale non ha effetto caducante nei confronti della legge regionale n. 14/2002, allo stato non impugnata, e non comporta pertanto alcuna ricaduta sul vigente sistema di qualificazione regionale".

La Regione, con una nota inviata ieri dall’assessore dei Lavori pubblici, Carlo Mannoni, alle stazioni appaltanti, a tutti gli Assessorati della Sardegna e alle Associazioni di categoria, ha precisato che "la Giunta, nella stessa deliberazione, ha confermato – in assenza di una specifica pronuncia della Suprema Corte sulla legge regionale n. 14/2002 – l’operatività dell’Albo regionale appaltatori.

Le stazioni appaltanti sono, pertanto, invitate a tenere conto di quanto contenuto nella deliberazione della Giunta regionale, il cui testo integrale può essere consultato sul sito istituzionale".

Vedi notizia precedente
*****

Presentato il nuovo Servizio Energia dell’Arpas
Prende corpo il nuovo Servizio Energia dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente in Sardegna (Arpas).

Con la delibera di giunta n.5/10 del 22 gennaio vengono fissate le direttive per l’attivazione del Servizio per il Risparmio Energetico e la riduzione dell’inquinamento luminoso e acustico.

All’interno del Piano Energetico Ambientale Regionale, l’Arpas sarà la struttura operativa di monitoraggio che consentirà all’amministrazione regionale di disporre di informazioni dettagliate per la valutazione dell’andamento delle singole azioni del Piano e per la predisposizione delle necessarie misure compensative e correttive.

Nei giorni scorsi è stato presentato il nuovo istituto della Regione che ha il compito di monitorare l’efficienza energetica dell’isola oltre ad occuparsi della protezione dell’ambiente e del clima.

"Il Dipartimento Idrometeocliatico si presenta come l’istituto più coerente per accogliere il nuovo Servizio Energia-ha spiegato l’assessore Morittu-con le sue strutture articolate territorialmente in tutta la Sardegna e con la presenza di competenze specifiche che collaboreranno tra loro.

L’Arpas è l’ente che si interfaccerà su questo tema con la Regione, le Provincie e i Comuni sardi. Gestirà inoltre la formazione di personale specifico per le certificazioni in materia di energia.

Al momento sono 170 gli enti pubblici in Sardegna che hanno avviato le progettazioni per installazione di impianti solari fotovoltaici. Si tratta di Comuni e Province che hanno al loro attivo 500 progetti realizzati, mentre altre amministrazioni pubbliche hanno avviato le progettazioni.

Il Direttore supplente del Diparimento Idrometeoclimatico Giuseppe Piras si è soffermato sui nuovi compiti dell’Arpas e sulla struttura in crescita dell’ente che attualmente conta 370 addetti, ma con un piano di assunzioni previste per il 2009 di circa 80 persone: tra tecnici, biologi, ingegneri e altre figure specifiche per le nuovi funzioni dell’ente.

Fonte: www.regione.sardegna.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico