Questo articolo è stato letto 0 volte

Lavori pubblici in Piemonte

lavori-pubblici-in-piemonte.gif

Partirà entro la fine del mese di marzo il bando di gara per la realizzazione della variante di Tortona.

Lo ha annunciato l’assessore ai Trasporti e Infrastrutture della Regione Piemonte, Daniele Borioli, ad Alessandria per presentare al Presidente della Provincia di Alessandria, Paolo Filippi, le opere alessandrine inserite nell’Intesa Governo-Regione sulle infrastrutture strategiche.

“Il progetto – hanno spiegato Borioli e Ponzetti– è stato validato da Scr che ora lancerà l’appalto integrato. A quel punto ci vorranno una decina di mesi per il progetto esecutivo e per l’inizio del prossimo anno potranno partire i lavori”.

L’opera, interamente finanziata dalla Regione Piemonte con oltre 43 milioni di euro, prevede un tracciato di 4, 5 km che, collegando la S.R. 211 con la S.R. 10, a nord di Tortona, consentirà di evitare l’attraversamento dell’abitato, risolvendo in maniera sostanziale le problematiche trasportistiche, ambientali, di sicurezza e di congestione del centro urbano.

La variante sarà realizzata con una corsia per senso di marcia, più due banchine laterali e il tracciato sarà in parte in rilievo, in parte in trincea e in parte su viadotto.

Il progetto prevede l’innesto della nuova opera in rilevato sulla rotatoria della SR 211 di svincolo per il casello di Tortona della A7 Genova Serravalle. Da qui prosegue in direzione nord-est con un viadotto, denominato Scrivia, che, dopo aver superato lo svincolo autostradale e la A7, attraversa il Torrente Scrivia con un ponte a tre campate terminando all’altezza della cascina Ercolina.

Di qui il tracciato prosegue in rilevato verso est fino all’intersezione, tramite rotatoria, con la SP 95 per Castelnuovo, per poi dirigersi verso nordest, ancora in rilevato, e raggiungere, dopo un ultimo tratto in trincea sotto la linea ferroviaria Tortona-Voghera, la SR 10 con un ulteriore innesto a rotatoria. Il progetto poi comprende alcune opere di mitigazione ambientale utili a consentire un migliore inserimento dell’intervento nel contesto.

Borioli ha poi fatto il punto sulle opere del territorio alessandrino contenuto nell’Intesa siglata a Roma lo scorso 23 gennaio dalla presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso e dal Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

In particolare sono stati inseriti, tra gli interventi strategici, il quadruplicamento della linea ferroviaria Tortona-Voghera, l’ammodernamento degli assi viari dell’autostrada A7, verso Genova e verso Milano e il collegamento Strevi-Predosa. "Abbiamo ribadito – ha spiegato Borioli – la priorità assoluta del Terzo Valico e delle opere di permeabilità sulle linee storiche connesse all’intervento, con la soppressione dei passaggi a livello sulla tratta.

Abbiamo poi inserito la realizzazione della nuova piattaforma logistica ad Alessandria e il progetto del Bruco, il sistema di movimentazione automatica tra porto di Genova e retroporto alessandrino, sul quale ora si tratta di procedere con gli approfondimenti progettuali per capire quale area individuare, ovviamente di concerto con gli enti locali, per il suo approdo oltre l’Appennino.

Si tratta di una serie di interventi che, in un’ottica di sistema, assumono per l’alessandrino e per tutto il basso Piemonte un’importanza strategica perché andranno a stimolare il tessuto produttivo dell’intera zona".

Fonte: www.regione.piemonte.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico