Questo articolo è stato letto 0 volte

Lavori pubblici in Piemonte

lavori-pubblici-in-piemonte.gif

Oltre 31 milioni di euro in arrivo per le infrastrutture stradali
La Regione ha disposto l’erogazione della prima tranche di finanziamenti, su un totale di oltre 90 milioni di euro previsti nei prossimi tre anni, che serviranno a far partire i cantieri di otto infrastrutture viarie.

“Quelle che andiamo a finanziare – rileva l’assessore regionale alle Infrastrutture, Daniele Borioli – sono opere che possono partire subito, dando una boccata di ossigeno al nostro sistema economico. In questo senso il nostro lavoro è improntato alla concretezza e alla volontà di proseguire, anche in un momento di crisi come quello attuale, l’avvio dei cantieri portando risorse e lavoro sul territorio”.

Queste le opere finanziate:
– Alessandria: 2.500.000 euro per la variante di Valenza e la variante di Morano da Po.
– Asti: 7 milioni per il terzo lotto della variante di Nizza Monferrato.
– Novara: 9.600.000 euro per la variante di Fara e il secondo lotto della variante di Romagnano
– Vercelli: 4.300.000 euro per interventi sulla ex ss 299, terzo lotto, e per il primo lotto della circonvallazione di Ghislarengo
– Verbania: 8 milioni per la messa in sicurezza della sr 549.
*****

3,4 milioni per opere e infrastrutture dei parchi
Durante la riunione del coordinamento dei presidenti dei parchi piemontesi, nella quale, tra le altre cose, si è anche auspicato unanimemente il termine positivo per l’iter di approvazione del nuovo Testo Unico sulle aree protette, attualmente all’ordine del giorno dei lavori del Consiglio Regionale, l’assessore all’Ambiente, ai Parchi ed alle Aree protette Nicola de Ruggiero ha presentato il documento, una determina dirigenziale definita nei giorni scorsi, che approva un piano di stanziamento per circa 3,4 milioni di euro per le aree protette piemontesi.

“In attesa della riorganizzazione legislativa dell’intero sistema regionale delle aree protette – ha detto de Ruggiero – mettiamo a disposizione delle stesse le somme necessarie per realizzare opere, infrastrutture, allestimenti, oppure acquistare beni mobili e attrezzature necessarie all’attività istituzionale. Sono stanziamenti che finalizzati agli obiettivi di tutela e valorizzazione del territorio e del patrimonio in gestione, tenuto conto sia delle priorità formulate dagli enti, sia delle possibili integrazioni tra le diverse fonti di finanziamento regionali, statali e comunitarie”.

Entrando nello specifico, in alcuni casi si tratta di interventi che riguardano l’attuazione di trasferimenti previsti da disposizione delle leggi istitutive dei parchi regionali.

In altri casi sono completamenti di iniziative già parzialmente finanziate nei precedenti esercizi finanziari, interventi inseriti nella graduatoria finale dei PISL (Progetti integrati di sviluppo locale, per i quali è prevista una significativa partecipazione finanziaria o gestionale di soggetti privati), interventi per la messa in sicurezza nei Sacri Monti, oppure azioni necessarie per la conservazione del patrimonio immobiliare in gestione.

“In attesa dell’approvazione da parte del Consiglio regionale del nuovo Testo Unico sulle aree protette – ha concluso l’assessore – siamo convinti che si tratti di un intervento coordinato che valorizza la rete ecologica regionale e la sua visione d’insieme”.
In allegato: elenco degli interventi finanziati

Fonte: www.regione.piemonte.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico