Questo articolo è stato letto 0 volte

Lavori pubblici in Sicilia

lavori-pubblici-in-sicilia.gif

L’Assessorato regionale ai Lavori pubblici ha emanato un avviso per la “costituzione di un parco progetti volto alla promozione di programmi di riqualificazione urbana funzionale ed alla promozione di programmi di edilizia universitaria destinati alla residenza, alla didattica ed alla ricerca”.

Il decreto, firmato dal nuovo direttore del dipartimento Lavori pubblici, Manlio Munafò, intende promuovere un confronto con gli  enti locali per la verifica dei fabbisogni infrastrutturali necessari ai processi di riqualificazione urbana previsti dagli atti di programmazione regionale.

Una parte dell’avviso è destinata all’edilizia universitaria che rappresenta, per diversi aspetti, un elemento fondamentale per la crescita sociale delle grandi città siciliane. In tal senso, l’avviso si riferisce non soltanto alle università statali ma, anche, ai consorzi universitari ed alla università Kore di Enna.

L’assessore Luigi Gentile, che si è particolarmente impegnato a favore dell’avvio della procedura, afferma che “i meccanismi individuati per la formazione delle graduatorie di merito dei progetti sono conformi ai documenti di programmazione e potranno, certamente, usufruire di  risorse coerenti con le richieste, nonostante al momento non sia possibile individuare le esatte risorse finanziarie da destinare alla selezione dei progetti, anche perchè risulta ancora in corso di approvazione il riparto delle risorse FAS ed è da approfondire la strategia dell’asse città del nuovo programma operativo dei fondi comunitari.

Superando le difficoltà – conclude Gentile – determinate dalla mancanza di progetti definitivi da parte degli enti locali, è stata preventivata la possibilità di garantire l’anticipazione del finanziamento della progettazione”.

L’avviso è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana ed è già consultabile sul sito dell’assessorato (www.regione.sicilia.it/lavoripubblici).

Entro sessanta giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta i comuni capoluogo, i comuni con più di 30.000 abitanti, i comuni consorziati, i comuni con meno di 30.000 abitanti e le Università ed i consorzi universitari potranno presentare all’assessorato le proposte di intervento secondo le modalità contenute nell’avviso, al fine di potere dare seguito alla valutazioni di merito.

 Fonte: www.regione.sicilia.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico