Questo articolo è stato letto 0 volte

Lavori pubblici: novità normative

lavori-pubblici-novit-normative.gif

E’ stato pubblicata sulla Gazzetta ufficiale n. 193 del 19 agosto la deliberazione 30 luglio 2008 dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture riguardante la “Modificazione della deliberazione 24 gennaio 2008, concernente l’entità e le modalità di versamento del contributo a favore dell’Autorità sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.”.

Con tale deliberazione l’Autorità ha deciso di modificare le modalità che le stazioni appaltanti dovranno osservare nel caso di gare per lotti, così da ridurre anche l’entità del contributo dovuto dai menzionati soggetti , mantenendo, invece, per i soggetti economici il criterio, meno oneroso, della determinazione del contributo stesso in ragione del singolo lotto. L’ente intende così proseguire anche nella direzione della progressiva diminuzione del contributo, avviata già a partire dalla deliberazione del 10 gennaio 2007.

L’Autorità ha preso infatti atto che, per effetto della innovazione riguardante le modalità di versamento del contributo per le gare articolate in lotti, introdotta all’art. 3, comma 4, della deliberazione 24 gennaio 2008, si è registrata una diminuzione dell’onere contributivo a carico dei soggetti economici e un sensibile e significativo aumento dello stesso onere a carico delle stazioni appaltanti che fanno frequente ricorso a gare articolate in lotti, in particolare CONSIP e aziende sanitarie e ospedaliere.

La legge Finanziaria 2006 aveva previsto la tassa, ponendo il “sostentamento” dell’Autorità a carico degli utenti diretti e, quindi, delle amministrazioni pubbliche in quanto stazioni appaltanti e le imprese partecipanti alle gare e delle società di attestazione (SOA).

Con la deliberazione 24 gennaio 2008 è stata modificata la tassa per gli importi superiori a 150.000 euro. Per la fascia di importo compresa tra 150 mila e 500 mila euro, la quota per le stazioni appaltanti è di 150 euro, quella per ogni partecipante di 20 euro. Nella fascia tra 500.000 e 1 milione di euro, le stazioni appaltanti dovranno versare 250 euro mentre per ogni partecipante la quota sarà di 40 euro. Tra 1 e 5 milioni di euro la quota per ogni stazione partecipante sarà di 400 euro e quella di ogni partecipante di 70 euro, infine per la fascia oltre 5 milioni di euro la quota sarà di 500 euro per la stazione appaltante e di 100 euro per il singolo partecipante.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico