Questo articolo è stato letto 1 volte

Lazio: al via nuovo “Piano casa”

lazio-al-via-nuovo-piano-casa.gif

La Giunta regionale del Lazio, riunita in seduta straordinaria all’Auditorium della Conciliazione, ha approvato il nuovo Piano casa.

Il documento è stato poi  illustrato dal presidente della Regione, Renata Polverini, e dall’assessore all’Urbanistica, Luciano Ciocchetti, nel corso del convegno ‘Lavoro e territorio’.

“Da oggi inizia un nuovo corso della Regione – ha spiegato la Polverini – Il nuovo Piano casa della mia Giunta rilancia l’occupazione e risponde alle esigenze del territorio”.

Tra le misure contenute nel Piano, sostituzione edilizia attraverso la demolizione e ricostruzione, adeguamento sismico, premio di cubatura del 60%, housing sociale.

Inoltre, il Piano prevede un impegno di 50 milioni di euro a favore di 250 Comuni sotto i 5mila abitanti.

Nel dettaglio, la Regione è pronta a pagare il 50% dei residui in conto capitale dei piccoli comuni, pari a 31,5 milioni di euro; i residui correnti degli stessi comuni per 2 milioni di euro; 8 milioni per i comuni capofila dei distretti sociali e infine tutte le fatture al di sotto dei 5000 euro degli artigiani e piccoli imprenditori, per un totale di 10 milioni di euro da corrispondere a circa 4000 creditori.

Il presidente Polverini ha annunciato che la Regione sta lavorando al Piano “Lazio 20-20”, per dare ulteriore slancio allo sviluppo territoriale. ”Con Lazio 20-20 metteremo a sistema il nostro territorio – ha aggiunto – per una crescita intelligente, sostenibile, ordinata ed inclusiva. E’ un modello che dovrà ottimizzare gli interventi pubblici, basato su conoscenza, rispetto ambientale e alti livelli occupazionali”.

Fonte: www.regione.lazio.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>