Questo articolo è stato letto 2 volte

Lazio: edilizia e sicurezza sul lavoro

lazio-edilizia-e-sicurezza-sul-lavoro.gif

Casa, approvata legge per il recupero abitativo dei sottotetti
Il Consiglio regionale ha approvato la proposta di legge sul recupero ad uso abitativodei sottotetti esistenti. Le norme prevedono, tra le condizioni necessarie, un’altezza media dei locali di 2 metri e 40, riducibile a 2 metri e 20 per gli spazi accessori o di servizio.

Nei comuni montani, l’altezza media è ridotta, per tutte le tipologie, a 2 metri e 20. In caso di soffitto non orizzontale l’altezza minima non potrà essere comunque inferiore a un metro e 50.
 Nel caso in cui dal recupero del sottotetto si ricavi una nuova unità immobiliare l’intervento sarà subordinato al reperimento di spazi per la realizzazione di nuovi parcheggi.

La nuova abitazione, inoltre, nel caso non sia utilizzata come prima casa da parente in linea retta del proprietario, dovrà essere affidata con il sistema del canone concordato per almeno 8 anni, con l’obbligo di non venderla per cinque anni. Gli interventi dovranno essere, infine, conformi alla legge regionale sulla bioedilizia, per quanto riguarda l’isolamento termico, il recupero delle acque piovane, il ricorso a fonti energetiche rinnovabili.
*****

Morti bianche, un milione di euro per fondo di solidarietà alle famiglie
La Giunta regionale, con uno stanziamento di un milione di euro ha attivato un fondo di solidarietà in favore delle famiglie di lavoratori morti per infortunio sul posto di lavoro.

Il fondo prevede un contributo straordinario di 10mila euro per ogni lavoratore deceduto. Ne beneficeranno i familiari di lavoratori che al momento dell’infortunio mortale erano residenti nel Lazio e quelli di lavoratori morti in un infortunio all’interno del territorio regionale.

A decidere l’ammissione all’erogazione dei contributi, che possono essere concessi per gli infortuni mortali avvenuti dopo l’1 gennaio 2009, sarà l’Inail.

Fonte: www.regione.lazio.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>