Questo articolo è stato letto 0 volte

Legge di stabilità, il testo modificato sbarca alla Camera

legge-di-stabilit-il-testo-modificato-sbarca-alla-camera.jpg

Il disegno di legge di stabilità approda in discussione alla Camera, dopo il via libera della Commissione Bilancio con diverse modifiche al testo (leggi il testo del dd legge di stabilità). Riepiloghiamo le novità  introdotte dalla manovra finanziaria dopo gli ultimi emendamenti presentati.

IRAP per professionisti e piccole imprese
Stando alle novità introdotte dagli ultimi emendamenti le imprese e i professionisti  che non hanno dipendenti e si avvalgono di pochi beni strumentali, il cui importo massimo sarà stabilito da un decreto  ministeriale,  saranno esentati dall’Irap al 2014.

IVA
Dal !° luglio 2013 l’aliquota Iva ordinaria aumenterà dal 22 al 23% e si applicherà alle operazioni effettuate a partire da tale data. Resterà invariata l’Iva agevolata al 10% che si applica sugli interventi di ristrutturazione edilizia

IRPEF E DETRAZIONI
Eliminata la riduzione di un punto percentuale delle due aliquote Irpef del 23%  (per le persone fisiche con un reddito fino ai 15mila euro) e 27% (per le persone fisiche con un reddito dai 15 mila ai 28mila euro). Eliminate anche l’introduzione della franchigia di 250 euro per gli oneri deducibili dal reddito Irpef e per quelli detraibili dall’imposta, e il tetto dei 3mila euro delle spese detraibili per ogni periodo di imposta.

SOCIETA’ E TERRENI AGRICOLI
Dal 2013, e non più da quest’anno le società snc, sas e srl agricole torneranno alla tassazione basata sulla differenza dei costi e dei ricavi. Slitta al 2013 anche la rivalutazione dei redditi  agrari dei terreni del 15%, ridotta al 5% se i terreni sono posseduti ecoltivati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali.

FONDO PRO ALLUVIONE
Tra le novità dell’ultim’ora segnaliamo anche lo stanziamento di 250 milioni di euro, decurtati dal Fondo per la defiscalizzazione dei contratti di produttività, alle zone alluvionate., A beneficiarne  saranno enti locali – ossia Comuni e Regioni – di quelle aree colpite dall’ondata eccezionale di maltempo verificatasi negli ultimi giorni.

Fonte: Ediltecnico.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>