Questo articolo è stato letto 0 volte

Legge sulla qualità urbana e modifiche alle regole sugli appalti

Si è conclusa con un doppio impegno la conferenza di Napoli sulle opere pubbliche organizzata dal ministero delle Infrastrutture Antonio Di Pietro: in arrivo una legge «per la qualità urbana» e un pacchetto di modifiche alle regole sugli appalti, per facilitare gli investimenti privati in infrastrutture.
Dal mondo politico, imprenditoriale e sindacale sono arrivati molti programmi, progetti e proposte per semplificare e accelerare i tempi di realizzazione delle infrastrutture. Anna Donati, presidente della Commissione Lavori pubblici del Senato, ha chiesto di investire di più sui nodi urbani. A tal proposito è già previsto un maxipiano per la riqualificazione delle città, concentrato su 5-6 aree simbolo, scelte da Governo e Regioni, e comprende incentivi ai costruttori, come sconti fiscali e premi di cubatura.
Il ministro Antonio Di Pietro ha annunciato la sua agenda per i prossimi mesi: "A novembre approveremo il Regolamento di attuazione del Codice degli appalti, subito dopo ci metteremo a lavorare sul terzo decreto correttivo dello stesso Codice che sarà approvato entro febbraio".

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico