Questo articolo è stato letto 9 volte

Liberalizzazione edilizia, gli adempimenti dell’ufficio tecnico

liberalizzazione-edilizia-gli-adempimenti-dellufficio-tecnico.jpg

Proseguiamo l’analisi degli adempimenti delle procedure legate ai titoli abilitativi edilizi per gli interventi liberalizzati.

In particolare torniamo ad occuparci dei provvedimenti stabiliti dalla Regione Emilia Romagna con la circolare del 2/08/2010 prot. 2010/0196035

Secondo quest’ultima nei casi di edilizia libera, per gli interventi dunque che non richiedono più nè la DIA, nè il permesso di costruire, la legge ha dettagliato i casi in cui occorre presentare la comunicazione di inizio lavori semplice, o la comunicazione di inizio lavori asseverata.

In questa comunicazione, il privato indica sia la data di inizio dei lavori, sia la data di fine degli stessi.

Come anticipato nell’articolo “Per gli interventi liberalizzati non occorrono gli adempimenti propri delle procedure legate ai titoli abilitativi edilizi (Prima parte)” il Comune di Modena, sull’eventualità che il privato possa ultimare i lavori prima o anche dopo la data indicata nella comunicazione che ha già presentato, ha precisato che, in questo caso, il privato possa inviare al Comune  una segnalazione, nella quale indica la data effettiva di ultimazione dei lavori e questa verrà inserita nel fascicolo della comunicazione di inizio lavori presentata.

Non vengono pertanto posti in essere appesantimenti procedurali e/o adempimenti che la legge non richiede, ma semplicemente, in questi casi, gli uffici del comune emiliano procedono semplicemente a registrare la data mutata nella procedura informatica, senza l’invio di nessuna comunicazione scritta al privato.

Nella Seconda parte dell’approfondimento, pubblicata oggi, continuiamo il nostro studio sulla sempificazione messa in atto dal comune modenese, non solo a livello di procedure, (come nel caso dei progetti di variante), ma anche a quello del personale tecnico: gli stessi funzionari pubblici, da detentori di carte e gestori di adempimenti burocratici, divengono sempre più fautori di consulenze preventive e gestori di controlli.

Oltre a segnalarvi questa interessante lettura pubblicata in 2 parti (Prima parte il 23/2/2011 e Seconda parte il 3/3/2011), vi ricordiamo lo speciale Liberalizzazione edilizia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>