Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia Urbanistica

Liguria, riqualificazione urbana: 18 nuovi appartamenti consegnati a Cornigliano

liguria-riqualificazione-urbana-18-nuovi-appartamenti-consegnati-a-cornigliano.gif

Continua con buon ritmo il programma di riqualificazione urbana del quartiere genovese di Cornigliano, in Liguria, all’interno del quale è prevista la bonifica dell’area dell’ex Cotonificio, compresa la demolizione dell’ottocentesca manifattura, e la costruzione ex novo dell’ala di levante destinata a Edilizia Residenziale Pubblica (ERP).

Proprio in via Bertolotti 9 (Genova Cornigliano) sono infatti stati appena consegnati agli assegnatari 18 nuovi appartamenti di edilizia residenziale pubblica: alla consegna hanno preso parte il Presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando e tra gli altri anche l’Assessore regionale alle Politiche abitative, edilizia e lavori pubblici, Giovanni Boitano.

Il nuovo edificio consta di 6 appartamenti per piano serviti da 2 scale con ascensore: nel complesso sono stati realizzati 18 alloggi, di piccolo e medio taglio (compresi tra i 40 e gli 82 metri quadrati), tutti composti da soggiorno con angolo cottura o cucina abitabile, bagno, ripostiglio e una o due camere da letto. Al primo piano è ubicata una abitazione destinata a una persona disabile, opportunamente dimensionata e attrezzata. L’area esterna è stata invece sistemata a verde pubblico, con percorsi pedonali e spazi di sosta attrezzati mentre nell’area a sud dell’edificio sono stati realizzati i parcheggi relativi alle abitazioni.

I lavori, iniziati nel febbraio 2011 e in via di conclusione, sono stati finanziati dalla Regione Liguria con 1,4 milioni di euro e dal Ministero delle Infrastrutture con un apporto di 2,2 milioni di euro. Di rilievo il fatto che l’opzione progettuale di demolire l’antico insediamento e di ricostruire il nuovo corpo di fabbrica in posizione leggermente ruotata rispetto all’originario orientamento sia stata suggerita dalla necessità di migliorare la visibilità per i residenti di vico S. Gaetano: la nuova costruzione è stata infatti realizzata ad una distanza di 10 metri dagli edifici contrapposti.

Il tutto si inserisce all’interno della visione progettuale che ha consentito di recuperare, in accordo con la Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria, l’originaria torre dello stabilimento che costituisce l’elemento architettonico più significativo e storicamente rilevante dell’antico insediamento industriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>