Questo articolo è stato letto 0 volte

Lombardia: 300mila euro agli enti locali per la tutela paesaggistica

lombardia-300mila-euro-agli-enti-locali-per-la-tutela-paesaggistica.jpg

Con decreto della Direzione generale Territorio (struttura Paesaggio) è stata approvata l’assegnazione di contributi agli Enti locali per la costituzione di strutture tecniche idonee all’esercizio delle funzioni paesaggistiche attribuite ai Comuni, così come previsto da una delibera approvata dalla Giunta regionale il 30 maggio scorso.
Sulla base delle richieste di contributo pervenute dai Comuni, dagli Enti gestori dei parchi regionali e dalle Province sono stati assegnati complessivamente 300.000 euro.
"Anche per quest’anno – ha spiegato l’assessore al Territorio e Urbanisitica, Davide Boni – si è voluto garantire un contributo agli enti locali lombardi per aiutarli a sostenere i costi derivanti dall’attribuzione delle competenze paesaggistiche, incentivando in questo modo la costituzione e il miglioramento del funzionamento delle strutture tecniche idonee a garantire un’attenta e rigorosa qualità paesaggistica negli interventi territoriali".
"Attraverso questa serie di interventi – ha aggiunto l’assesssore Boni – la Regione continua nella sua azione di supporto agli enti locali, in opposizione con quanto il ministro Francesco Rutelli sta immaginando di effettuare con la modifica del Codice Urbani".
"E’ infatti all’attenzione delle singole Regioni – ha detto ancora Boni – una bozza di testo di modifica che non solo riaccentra le competenze alle Soprintendenze e alle Regioni in termini di autorizzazioni, ma persino la pianificazione territoriale (Piani di Governo del Territorio) è oggetto di approvazione da parte del Ministero, attraverso le Soprintendenze, nonostante quanto previsto dal titolo V della Costituzione".
"Senza dubbio – ha concluso l’assessore Boni – le modifiche proposte al Codice sono l’ennesimo esempio della volontà di cambiare il decreto legislativo 42/06, ponendosi in netto contrasto con le politiche legate al decentramento delle competenze. Regione Lombardia ha invece scelto di porre la fiducia nei suoi amministratori locali e nei suoi cittadini, che sicuramente sapranno salvaguardare il proprio paesaggio".

Il sistema informativo dei beni ambientali

(fonte: www.regione.lombardia.it)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico