Questo articolo è stato letto 0 volte

Lombardia, in arrivo importanti semplificazioni in materia ambientale

lombardia-in-arrivo-importanti-semplificazioni-in-materia-ambientale.gif

Semplificazione e chiarimento normativo: sono le parole-chiave, i punti centrali dell’articolazione relativa all’ambiente contenuta nella legge della Regione Lombardia inerente alle “Disposizioni per la razionalizzazione di interventi regionali negli ambiti istituzionale, economico, sanitario e territoriale”.

Le novità introdotte nella Regione Lombardia (il via libera al provvedimento è giunto in Consiglio regionale a maggioranza, 43 voti favorevoli, 23 contrari) avranno ripercussioni benefiche anche sulla materia dell’ambiente, in particolare su rimozione amianto, reti gas e canoni acque.

Infrastrutture e reti gas: particolare rilievo assume la questione che tocca i nodi tematici di infrastrutture e reti gas: “In vista delle prossime gare per l’attribuzione della gestione del servizio – spiega l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della Regione Lombardia Claudia Maria Terzi – è stata chiarita la norma regionale che consentiva ai Comuni l’eventuale trasferimento delle proprietà, con positive ricadute per i bilanci degli Enti locali lombardi, viste le enormi difficoltà nel produrre investimenti nel sistema a causa del Patto di stabilità”.

Acque termali: a partire da ora, tramite le nuove norme, i canoni che fino a oggi sono stati versati alle Province arriveranno direttamente ai Comuni che sono sedi di stabilimento o di imbottigliamento: “Una quota consistente del canone, il 60%, – afferma l’assessore – verrà dunque versata direttamente nelle casse comunali, che lo avranno a disposizione per le spese di investimento sul loro territorio. Si tratta di un impegno importante, che consente ai Comuni di avere l’immediata disponibilità di queste somme, che, negli anni passati – conclude l’assessore – venivano girate per il tramite della Provincia, con gravissimi ritardi dovuti all’ormai famigerato Patto di stabilità”.

Per ulteriori notizie in materia di ambiente consulta la Pagina di Guidambiente su Ediltecnico.it.

Amianto: le nuove disposizioni conferiscono mandato alla Giunta regionale al fine di stabilire le modalità attraverso cui i Comuni dovranno garantire il ritiro per i privati di piccole quantità di amianto (eternit, nella fattispecie) spalancando così per la prima volta in Lombardia la possibilità di effettuare autonomamente la rimozione dei tetti con appositi “kit tecnici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>