Questo articolo è stato letto 0 volte

Lombardia: si completa il piano per l’edilizia sanitaria

lombardia-si-completa-il-piano-per-ledilizia-sanitaria.gif

Ammontano a 457,5 milioni di euro i fondi messi a disposizione dalla Regione Lombardia per 48 interventi di edilizia sanitaria in tutte le province lombarde. E’ la quarta e ultima tranche di finanziamento che va a completare con successo il piano lombardo per l’edilizia sanitaria.

Questo l’ammontare degli stanziamenti per ogni provincia e gli ospedali interessati:

PROVINCIA DI BERGAMO: 21,8 milioni di euro per 6 interventi a Seriate, Romano di Lombardia, Alzano Lombardo, Lovere, Bergamo e Treviglio.
PROVINCIA DI BRESCIA: 15,9 milioni di euro per 4 interventi a Esine (2), Manerbio e Iseo.
PROVINCIA DI COMO: 2,6 milioni di euro un intervento all’ospedale di Mariano Comense.
PROVINCIA DI CREMONA: 14,9 milioni euro per 3 interventi a Crema, Cremona e Soresina. – PROVINCIA DI LECCO: 5 milioni di euro per un intervento all’ospedale di Merate.
PROVINCIA DI LODI: 29,9 milioni di euro per 3 interventi a Casalpusterlengo, Lodi e Sant’Angelo Lodigiano.
PROVINCIA DI MANTOVA: 33,3 milioni euro per 4 interventi ad Asola, Bozzolo e Mantova (2).
PROVINCIA DI MILANO: 268,4 milioni di euro per 14 interventi a Milano (4), Garbagnate Milanese, Cuggiono, Magenta, Melzo, Vizzolo Predabissi, Cinisello Balsamo, Monza (2), Desio e Sesto San Giovanni.
PROVINCIA DI PAVIA: 5 milioni di euro per 2 interventi a Mortara e Varzi.
PROVINCIA DI SONDRIO: 22,4 milioni di euro per 3 interventi a Sondrio, Sondalo e Morbegno.
PROVINCIA DI VARESE: 38,3 milioni di euro per 7 interventi a Luino-Cittiglio, Varese (3), Saronno, Tradate e Cuasso al Monte.

Complessivamente sono 532 i cantieri aperti, dal 1995 ad oggi su tutto il territorio regionale, con un investimento di quasi 3,5 miliardi di euro, compresi gli investimenti tecnologici. Di questi 372 sono già conclusi, 97 in fase di realizzazione e 63 sono stati avviati.
Sette gli ospedali di nuova edificazione: già completati quelli di Lecco e di Varese, in costruzione quelli di Legnano (Mi), Vimercate (Mi), Bergamo, Como, Broni-Stradella (Pv). In più, è in corso una grande opera di riqualificazione del Policlinico di Milano, che cambierà l’immagine di un altro ospedale storico milanese ed è stata altresì decisa la nascita di un prestigioso polo sanitario di ricerca e di cura, che riunirà, in una nuova area di Milano, tre importanti istituti: il Besta, il Sacco e l’Istituto Nazionale dei Tumori.

"Si tratta di un piano da complessivi 1.500 milioni di euro per 182 interventi – ha commentato il presidente della Regione, Roberto Formigoni – che sta già portando in tutti i territori funzionalità ed efficienza a tutto vantaggio dei cittadini, oltre che dei medici e del personale ospedaliero . E’ un ulteriore esempio del successo del modello lombardo, fatto di fortissimi investimenti sulle strutture sanitarie pubbliche in corso da un decennio in Lombardia, con l’edificazione di nuovi ospedali d’avanguardia, la radicale riqualificazione di altri e l’adeguamento dei rimanenti ai nuovi standard qualitativi richiesti".

"Adesso possiamo realizzare appieno il piano regionale – ha aggiunto l’assessore alla Sanità, Luciano Bresciani– che ha come obiettivo il servizio ai cittadini. Siamo alla fase finale del grande lavoro che abbiamo iniziato nel 1995 per rinnovare totalmente il patrimonio edilizio sanitario. Una sanità che aspira a porsi come reale risposta alla crescente domanda di salute e benessere dei cittadini richiede anche importanti interventi di edilizia sanitaria e investimenti in macchinari e attrezzature al passo con i progressi scientifici di questi anni".

(fonte: www.regione.lombardia.it)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico