Questo articolo è stato letto 0 volte

Marche: energia e ambiente

marche-energia-e-ambiente.jpg

A Castelfidardo uno dei primi siti industriali per la produzione dei pannelli fotovoltaici
Sorgera` a Castelfidardo una delle maggiori realta` europee nel settore della galvanotecnica. Uno dei primi impianti a livello nazionale per la produzione di pannelli fotovoltaici ha, infatti, recentemente ricevuto l’autorizzazione integrata ambientale (AIA) dal Servizio Ambiente e Paesaggio della Regione per la messa in esercizio dell’attivita` produttiva.

La Silga Solar spa – questo il nome della societa` che dai primi del 2009 avviera` la produzione- attraverso un’avanzata tecnologia, potra` produrre pannelli fotovoltaici in grado di convertire l’energia solare direttamente in energia elettrica con un processo di lavorazione compatibile e conforme alle direttive europee in materia ambientale ed energetica.

Le soluzioni adottate consentiranno, infatti, di coprire una buona parte del fabbisogno energetico, elettrico e termico, dello stabilimento produttivo di Castelfidardo.
Considerando, inoltre, che la produzione di pannelli avviene principalmente all’estero, la produzione a livello locale potrà consentire anche un abbattimento dei prezzi di mercato.

‘Con questa importante realta` produttiva dedicata esclusivamente alle fonti energetiche rinnovabili- ha commentato l’assessore regionale all’Ambiente, Marco Amagliani- le Marche si pongono all’avanguardia nel settore e colgono due obiettivi fondamentali: sviluppo delle opportunita` occupazionali, con la creazione di almeno 100 posti di lavoro, particolarmente importanti in questa fase critica e sviluppo economico ‘pulito’.
*****

Approvato il Piano Forestale Regionale
Su proposta del vice presidente e assessore alla Forestazione, Paolo Petrini, la Giunta regionale ha approvato la bozza di piano forestale da sottoporre all’approvazione del Consiglio regionale.

‘Si tratta di uno strumento importante per la valorizzazione e la tutela delle risorse forestali, attraverso la definizione di un programma d’interventi specifici. […] Realizziamo una gestione attiva sostenibile dei boschi e delle foreste per garantire preservazione e sviluppo del comparto, oltre che continuita` e certezza occupazionale del settore’. Commenta cosi` Petrini la delibera con cui la Giunta regionale ha approvato la bozza del Piano forestale.

Il documento e` stato approvato dopo un approfondito confronto con le organizzazioni professionali e centrali cooperative agricole, Unioncamere, le parti sociali e gli enti con competenze ambientali. Dopo la valutazione ambientale il piano ha ottenuto un giudizio positivo sull’incidenza e impatto ambientale.

L’obiettivo del Piano e` la gestione attiva sostenibile delle risorse forestali, per rilanciare, anche attraverso il sostegno pubblico, il comparto forestale e le funzioni delle foreste: protezione del suolo e delle acque, produzione di biomasse ad uso energetico e prodotti legnosi e non legnosi di pregio, paesaggio, ambiente, turismo ed educazione ambientale.
La selvicoltura e` infatti riconosciuta a livello internazionale (ONU), europeo e nazionale non solo come attivita` produttiva economica, ma anche come elemento fondamentale per la salvaguardia ambientale del territorio. Per questo sia lo Stato che le Regioni adottano interventi mirati, alcuni di questi sono realizzati attraverso misure del programma di sviluppo rurale 2007- 2013.

Il documento approvato e` coerente con altri strumenti di pianificazione quali il piano paesaggistico ambientale regionale, il piano per l’assetto idrogeologico e delle Autorita` di bacino, il piano di inquadramento territoriale delle Marche ed i Piani dei Parchi.

Le risorse necessarie per i lavori selvicolturali sul patrimonio boschivo regionale sono pari a circa 8 milioni di euro annui, solo in parte coperti dai fondi dello sviluppo rurale. A queste si dovranno aggiungere le risorse previste dal programma quadro del settore forestale del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e dell’Ambiente, da destinare prioritariamente nel demanio forestale regionale.

Fonte: www.regione.marche.it

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico