Questo articolo è stato letto 0 volte

Mercato immobiliare in flessione nel 4° trimestre 2009

mercato-immobiliare-in-flessione-nel-4-trimestre-2009.gif

Da oggi è disponibile sul sito internet dell’Agenzia del Territorio la Nota trimestrale che analizza il volume delle compravendite effettuate nel corso del IV trimestre 2009 e contiene anche uno studio sull’andamento dell’intero anno.

Il mercato immobiliare nel 4° trimestre 2009 segna ancora una flessione, rispetto al corrispondente periodo del 2008, pari al –4%. Sono state registrate 395.095 transazioni rispetto alle 411.423 del 4° trimestre 2008; in termini assoluti si tratta di oltre 16.327 transazioni in meno.

Si rileva tuttavia che la variazione tendenziale negativa di questo trimestre è decisamente inferiore rispetto a quella osservata nei trimestri precedenti sia nel 2009 sia nel 2008.
La riduzione investe tutti i settori del mercato immobiliare pur se con una accentuazione diversa.

Complessivamente nel 2009 si sono registrate 1.347.368 compravendite con una flessione pari al -11,3% rispetto al 2008, anno in cui il calo era stato del 13,7% rispetto al 2007.

Per quanto riguarda i prezzi delle abitazioni, nel 2° semestre 2009 è stata registrata una lieve flessione del valore medio nazionale, per unità di superficie, degli immobili residenziali.
La quotazione media scende a 1.578 €/mq, segnando un -0,2% rispetto al 1° semestre 2009.
Questo lieve calo segue quello già rilevato nel semestre precedente (-0,5% del 1° semestre 2009 rispetto al 2° semestre 2008).

Nel 2009 il livello medio delle quotazioni si è ridotto di circa -0,7%.
L’andamento dei prezzi riflette la forte riduzione delle compravendite.

Si evidenzia, tuttavia, la sostanziale tenuta dei prezzi medi delle abitazioni. Infatti, la variazione negativa appare assai lieve a fronte della forte contrazione delle compravendite di abitazioni ormai in atto da più di tre anni (-28% dal 2006 al 2009).

Infine, per quanto riguarda i mutui ipotecari, nel 2009 il livello di compravendite di abitazioni acquistate mediante l’accensione di un mutuo con ipoteca sulla medesima casa acquistata, diminuisce del 10,8%, leggermente meno delle compravendite del settore residenziale che come si è detto sono scese del -11,3%.

È da tener presente che nel 2008 si era assistito al crollo del 27% circa di questo segmento di mercato, quando le compravendite totali di abitazioni scendevano del -15% circa.

E’ probabile che la forte riduzione dei tassi di interesse abbia contribuito al contenimento della discesa degli acquisti con mutuo. Si consideri che i tassi di interesse medi sulla prima rata dei mutui ipotecari, sono scesi di quasi 2 punti percentuali, passando da 5,55% del 2008 a 3,68% del 2009.

Fonte: Agenzia Territorio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>