Questo articolo è stato letto 2 volte

Mitigazione del rischio idrogeologico in Valle D’Aosta

mitigazione-del-rischio-idrogeologico-in-valle-daosta.gif

Lo scorso 21 dicembre al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare a Roma, il Ministro On. Stefania Prestigiacomo e l’Assessore alle opere pubbliche difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica, Marco Viérin, hanno sottoscritto l’Accordo di programma tra Ministero e Regione finalizzato alla programmazione e al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico in Valle d’Aosta.

L’accordo prevede la realizzazione di 15 interventi per un importo complessivo di spesa pari a 21 milioni 384 mila euro, finanziati per 10 milioni di euro a valere sui fondi statali previsti dalla finanziaria 2010 per i piani straordinari diretti a rimuovere le situazioni a più elevato rischio idrogeologico e per la restante parte cofinanziati dalla Regione.

Gli interventi cofinanziati dalla Regione riguardano sia le opere già comprese nel programma degli interventi per il triennio 2010/2012 previsto dalla legge regionale n. 5/2001, approvato con la deliberazione della Giunta regionale n. 1235 del 7 maggio 2010 (4 interventi per circa 4 milioni di euro nei Comuni di Arnad, Bard, Saint-Vincent e La Salle), sia quelle la cui realizzazione era inserita nella programmazione delle opere pubbliche del 2010 e del 2011 (4 interventi per circa 7,3 milioni di euro nei Comuni di Gaby, Valtournenche e due nel Comune di Gressoney-Saint-Jean).

Gli interventi finanziati a valere sui fondi statali sono 7, per un importo complessivo di spesa di 10 milioni di euro e riguardano i Comuni di Arnad, Fontainemore, Saint-Marcel, Charvensod/Pollein, Issogne e Morgex.

L’Assessore Marco Viérin esprime la sua soddisfazione per il risultato conseguito, evidenziando che «prima di sottoscrivere l’accordo si è ritenuto di attendere l’approvazione del bilancio regionale e la certezza dei finanziamenti per il prossimo triennio, in modo da poter assumere impegni concreti innanzitutto con le comunità locali, che attendono da diverso tempo la realizzazione di questi interventi.

La scelta degli interventi prioritari è stata effettuata tenendo presente non solo l’esigenza di proteggere centri abitati e infrastrutture prioritarie, ma anche la maggiore maturità progettuale, in modo da accelerare le procedure di realizzazione in relazione agli obblighi di legge. In ogni caso, nell’immediato futuro il quadro degli interventi finanziati sarà integrato con gli ulteriori fondi messi a disposizione dalla finanziaria regionale per il prossimo triennio».

E conclude l’Assessore «l’attenzione del governo regionale e’ sempre elevata sul tema della protezione dai rischi idrogeologici, attraverso non solo misure di previsione e di prevenzione, ma anche con interventi finalizzati ad affrontare le cause di dissesto. Si tratta di una nuova iniziativa per dare anche ulteriori opportunità al settore edile valdostano in un momento di alta incertezza come quello attuale».

Fonte: www.regione.vda.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>