Questo articolo è stato letto 14 volte

Moduli unici semplificati: approvati i moduli per CIL e CILA

moduli-unici-semplificati-approvati-i-moduli-per-cil-e-cila.jpg

Un passo importante per il processo di semplificazione degli adempimenti in edilizia nel nostro paese: proprio la scorsa settimana sono stati approvati i modelli unici semplificati per la comunicazione di inizio lavori (CIL) e la comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA) per gli interventi di edilizia libera. Una transizione che si potrebbe definire decisiva con specifico riferimento anche all’attuazione progressiva dell’Agenda per la semplificazione 2015-2017.

Il passaggio dell’approvazione è giunto con anticipo rispetto ai tempi dalla Conferenza unificata. La nascita di tali modelli si inscrive all’interno del nuovo metodo di lavoro inaugurato dalla suddetta Agenda: una collaborazione che intercorre tra Governo, Conferenza dei presidenti delle Regioni, ANCI e mondo degli imprenditori e dei professionisti.

Per approfondire il tema leggi il nostro articolo uscito qualche settimana fa intitolato Moduli unici semplificati presto in vigore in Italia: ecco le novità.

“Il nuovo modulo CILA – spiegano Funzione Pubblica – unifica e razionalizza quelli in uso negli 8mila Comuni Italiani e dà attuazione alle semplificazioni del decreto Sblocca Italia. Per gli interventi edilizi di manutenzione straordinaria che non riguardano le parti strutturali degli edifici, compresi l’apertura di porte e lo spostamento di pareti interne, gli accorpamenti e i frazionamenti, è sufficiente una semplice comunicazione che può essere compilata in pochi minuti dall’interessato e asseverata da un professionista”.

Scarica qui i modelli per la CIL e per la CILA. Regioni e Comuni hanno ora 60 giorni per adeguarsi: il processo per portare avanti il percorso delle semplificazioni in edilizia pertanto prosegue. La prossima tappa del grande percorso di semplificazione quale sarà? Per l’immediato futuro tutto è pronto per l’adozione del modello per l’autorizzazione unica ambientale e della SuperDIA.

A cura di Marco Brezza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>