Questo articolo è stato letto 4 volte

Oneri concessori: qual è il momento per la loro determinazione?

oneri-concessori-qual-il-momento-per-la-loro-determinazione.jpg

Il Testo Unico dell’Edilizia (d.P.R. 380/2001) all’art. 16 afferma che “la quota di contributo relativa agli oneri di urbanizzazione va corrisposta al comune all’atto del rilascio del permesso di costruire e, su richiesta dell’interessato, può essere rateizzata“, mentre “la quota di contributo relativa al costo di costruzione, determinata all’atto del rilascio, è corrisposta in corso d’opera, con le modalità e le garanzie stabilite dal comune, non oltre sessanta giorni dalla ultimazione della costruzione”.

Se gli oneri concessori (per entrambe le componenti, e, quindi, sia con riferimento alla voce relativa agli oneri di urbanizzazione che in relazione alla voce inerente al costo di costruzione) devono essere determinati e liquidati, secondo la lettera della norma, al momento del rilascio del permesso di costruire, “a tale momento occorre dunque avere riguardo per l’entità dell’onere, facendo applicazione della normativa vigente al momento del rilascio del titolo edilizio”: di conseguenza, “la determinazione del contributo di costruzione deve avvenire sulla base dei parametri vigenti al momento del rilascio del permesso di costruire”.

Cosa deriva da tale assunto normativo? Il seguente concetto: i provvedimenti comunali di adeguamento dei contributi concessori (sia oneri di urbanizzazione che costo di costruzione) possono trovare applicazione esclusivamente “per i permessi rilasciati a far tempo dall’epoca di adozione dell’atto deliberativo e non anche per quelli rilasciati in epoca anteriore”, dovendosi ritenere, sulla base del dato normativo e in conformità dell’orientamento giurisprudenziale consolidato, che “non solo la determinazione degli oneri debba avvenire sulla base delle tariffe vigenti, ma che la stessa non possa essere richiesta che una tantum al momento del rilascio del permesso edilizio” (come afferma il TAR Puglia, sez. III Lecce, sent. n. 1103/2013).

Tale principio va incontro tuttavia a due eccezioni rilevanti: per conoscerle e comprenderle (con a corredo un’ampia rassegna giurisprudenziale) non resta che consultare l’articolo di approfondimento dottrinale redatto dalla nostra autrice Antonella Mafrica, intitolato Regola temporale ed eccezioni nella liquidazione degli oneri concessori.

Per un focus approfondito sulla materia più generale, Maggioli Editore consiglia invece l’e-book Gli oneri per il rilascio del permesso di costruire (II edizione), a cura degli esperti di diritto degli enti locali Mario Petrulli e Antonella Mafrica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>