Questo articolo è stato letto 37 volte

Permesso di costruire richiesto dal titolare del diritto di uso: si può?

permesso-di-costruire-richiesto-dal-titolare-del-diritto-di-uso-si-pu.gif

Grande importanza riveste nell’ordinamento italiano la recente sentenza del TAR Lombardia, sez. II Milano, n. 2814 del 21 novembre 2014, in materia di legittimazione alla richiesta del permesso di costruire.

I giudici amministrativi lombardi hanno ricordato che, ai sensi dell’art. 11, d.P.R. n. 380/2001 (Testo Unico dell’Edilizia), la proprietà del suolo non è condizione indispensabile per il conseguimento o il rilascio del permesso di costruire, essendo sufficiente che il richiedente abbia titolo per richiederlo.

Sono pertanto legittimati a richiedere il permesso di costruire, i soggetti che hanno la disponibilità giuridica dell’area e la titolarità di un diritto reale o personale di godimento che dia facoltà di eseguire le opere oggetto del progetto. Tale legittimazione è da ritenersi sussistente in capo al titolare di un diritto di “uso esclusivo con destinazione a giardino” su una determinata area per la realizzazione di opere di giardinaggio, recinzione e sistemazione esterna.

Si ricorda che l’esatta individuazione dei soggetti non proprietari legittimati alla richiesta del permesso di costruire è oggetto di un recente volume redatto da Maggioli Editore e scritto dai nostri autori Antonella Mafrica e Mario Petrulli, dal titolo Il permesso di costruire richiesto dal soggetto diverso dal proprietario, al quale è necessario rinviare per gli opportuni approfondimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>