Questo articolo è stato letto 3 volte

Permesso di costruire: tutte le informazioni sull’efficacia temporale

permesso-di-costruire-tutte-le-informazioni-sullefficacia-temporale.gif

La sospensione del termine di durata di un titolo edilizio è il tema analizzato la scorsa settimana dai giudici del TAR Lombardia mediante la sentenza n. 389 del 4 febbraio 2015. All’interno del dettato giurisprudenziale viene infatti trattata con attenzione materia della durata dei termini di efficacia del permesso di costruire.

Ribadendo un consolidato indirizzo giurisprudenziale, i giudici hanno infatti affermato che l’eventuale sospensione del termine di durata di un titolo edilizio non può realizzarsi in via automatica, essendo a tal fine necessaria la presentazione di una formale istanza di proroga, cui deve seguire un provvedimento motivato dell’amministrazione che accerti l’impossibilità del rispetto del termine per “factum principis”, ovvero per l’insorgenza di una causa di forza maggiore (in questo senso TAR Campania-Napoli, Sez. III, sentenza 8 aprile 2013, n. 1864).

In questo senso, i fatti sopravvenuti che possono legittimare la proroga del termine di inizio o completamento dei lavori ai sensi dell’art. 15, comma 2, d.P.R. n. 380 del 2001, non hanno un rilievo automatico, ma possono costituire oggetto di valutazione e di verifica in sede amministrativa qualora l’interessato proponga un’apposita domanda di proroga (per approfondire si legga TAR Lombardia-Brescia, Sez. II, sentenza 14 gennaio 2013, n. 9).

Per approfondire tali argomenti Maggioli Editore segnala l’e-book intitolato L’efficacia temporale del permesso di costruire, a cura dei nostri autori Antonella Mafrica e Mario Petrulli: si tratta di una guida di veloce consultazione, ad uso e consumo degli uffici tecnici comunali e dei professionisti del settore edilizio-urbanistico, al fine di muoversi nel composito mondo dell’efficacia temporale del permesso di costruire. Attraverso tale e-book vengono fornite le risposte ad interrogativi in cui spesso è possibile imbattersi, come ad esempio: è possibile determinare discrezionalmente i termini di inizio e fine lavori nel permesso di costruire? E quando i lavori si intendono effettivamente iniziati o ultimati?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>