Maggioli Editore
LOGIN ricorda Password dimenticata

News | Edilizia

Img

01/03/2016

Opere precarie: quando è necessario il permesso di costruire per il gazebo?

Il caso del gazebo di modeste dimensioni caratterizzato da precarietà strutturale e funzionale: la voce della giurisprudenza amministrativa

Una recente sentenza del TAR Calabria 11 gennaio 2016, n. 7 (sez. II, Catanzaro) mette in evidenza un tema di grande interesse per tecnici e cittadini: ovverosia la definizione del titolo necessario per poter installare un gazebo di modeste dimensioni.

Nel caso di specie investito dalla pronuncia dei giudici amministrativi calabresi, si faceva riferimento ad un gazebo con struttura di forma rettangolare in legno lamellare, composta da quattro pilastri verticali fissati al suolo mediante apposite staffe in ferro, dotata di una struttura di copertura a due falde sempre con l’utilizzo di travi in legno; la superficie occupata era di circa 7,20 mq., con un’altezza al colmo di m. 2,80 e alla gronda di mt. 2,30 coperta con tavolaccio e soprastante strato di tegole canadesi, posta nell’immediata prossimità del confine di proprietà.

I giudici amministrativi hanno ritenuto che il manufatto, per le caratteristiche possedute (ossia, precarietà strutturale e funzionale, visto che è utilizzabile solo per pochi mesi durante il periodo primaverile-estivo), per le sue modeste dimensioni e per il suo carattere non impattante sotto il profilo edilizio-urbanistico, essendo privo di autonomia funzionale, sia da ritenersi esente dall'assoggettamento al permesso di costruire, potendo essere considerato alla stregua di un intervento effettuabile tramite segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).

Si tratta, perciò, di una pertinenza di modeste dimensioni che, come peraltro già affermato da una cospicua giurisprudenza, è da ritenersi non sottostante al regime delle distanze.

Per approfondire il tema, anche attraverso una rassegna di giurisprudenza in materia, suggeriamo la lettura dell'articolo di dottrina, scritto dalla nostra esperta Antonella Mafrica, intitolato Non serve il permesso di costruire per un modesto gazebo.

Per una visione generale sul tema delle opere edilizie precarie da esterni Maggioli Editore suggerisce un pratico strumento editoriale in formato e-book capace di fornire la definizione delle diverse tipologie di installazioni possibili negli spazi esterni e di individuare il relativo titolo edilizio necessario alla luce della giurisprudenza più recente e del dato normativo.

Condividi su Linkedin

Questo articolo è stato letto 1105 volte, tag: distanze, gazebo, opere precarie, permesso di costruire


Ti potrebbe interessare :


Indietro


Previous Next
Previous Next