Questo articolo è stato letto 0 volte

Pianificazione del territorio in Umbria

pianificazione-del-territorio-in-umbria.gif

Approvato il documento preliminare al Piano forestale, via alla procedura VAS
E’ stato approvato dalla giunta regionale il documento preliminare del “Piano forestale regionale 2008-2017”. Ha preso così il via l’iter che porterà alla formazione del nuovo Piano forestale regionale, che verrà predisposto con la collaborazione della Facoltà di Agraria dell’Università degli studi di Perugia.

A questo riguardo, si è conclusa la fase preliminare relativa al processo di Valutazione ambientale strategica (“Vas”), che analizza gli impatti diretti e indiretti del Piano e prevede l’elaborazione di un rapporto ambientale”. Sono coinvolti nella predisposizione del Piano e nel procedimento della “Vas” la Regione (con i Servizi “Foreste ed economia montana” e “Rischio idrogeologico, cave e valutazioni ambientali) e gli altri soggetti competenti in materia ambientale.

Predisposta la proposta di Piano, inizierà la fase di consultazione pubblica alla quale potranno partecipare tutti i cittadini. Il documento preliminare è stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Umbria n.38 (Parti I e II) del 20 agosto scorso ed è disponibile “on line”, unitamente a tutta la documentazione inerente la procedura di VAS, sul portale della Regione Umbria, all’indirizzo www.agriforeste.regione.umbria.it.
*****

Ultimate entro il 2009 le cartografie geologiche dell’Umbria 
Saranno ultimate entro la fine del 2009 le cartografie geologiche dell’Umbria, in scala 1:10.000, fondamentali per conoscere le risorse naturali e far fronte ai rischi geologici e sismici nei 92 comuni umbri. Ad occuparsene saranno 36 geologi, incaricati dai Servizi tecnici della Regione Umbria, scelti dopo valutazioni e selezioni pubbliche.

Le carte riguarderanno un’area pari a 1400 km quadrati, in particolare nelle aree centro-occidentali della regione. A capo della direzione scientifica saranno i dipartimenti di Scienza della Terra delle Università di Perugia e Pisa.

“Le cartografie, molto grandi e di alta qualità, interessano il 15% del territorio umbro e coprono un’area non ancora del tutto conosciuta. Alla conclusione dei lavori – ha detto l’assessore all’Ambiente Lamberto Bottini – avremo informazioni geologiche e territoriali più dettagliate di una parte significativa dell’Umbria”.

Fonte: www.regione.umbria.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico