Questo articolo è stato letto 0 volte

Piano casa, domande raddoppiate nel Veneziano

piano-casa-domande-raddoppiate-nel-veneziano.gif

“Avevamo visto giusto: il piano casa aveva bisogno di un tempo di rodaggio, ma sarebbe senz’altro decollato, contrariamente a quanto sostenevano i detrattori di principio, confermandosi un tonico per l’edilizia, in un periodo di crisi economica. E oggi possiamo dire che è decollato”.

Lo ha affermato l’assessore regionale Renato Chisso, commentando con soddisfazione i dati sull’attuazione del piano nel Veneziano alla fine del 2010.

“Se nel giugno scorso, a circa dieci mesi dall’avvio dell’iniziativa, le pratiche presentate ai Comuni della provincia di Venezia erano state in tutto 1539; a fine anno – ha sottolineato Chisso – c’è stato più che un raddoppio, con 3205 domande avanzate. Questo significa che sono state sostanzialmente superate le difficoltà iniziali, determinate dai numerosi dubbi interpretativi da chiarire e dal naturale scivolamento che spesso hanno le novità, oltre che dalla stretta creditizia.

I cittadini hanno capito che utilizzare il Piano casa era un’opportunità, che tra l’altro favoriva il recupero edilizio risparmiando territorio, contribuendo alla ripresa dell’economia”.

“Se valutiamo una media per intervento di circa 60 mila euro – ha concluso Chisso – nel solo veneziano il piano casa ha messo in moto investimenti per oltre 190 milioni.

Ma mi sono tenuto su cifre prudenziali e probabilmente il movimento innescato dal Piano Casa del Veneto è mediamente più elevato. Non credo di sbagliare se dico che, nel complesso del territorio regionale, l’investimento sia quantificabile attorno al miliardo di euro”.

Fonte: www.regione.veneto.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>