Questo articolo è stato letto 0 volte

Piano regolatore: quando è sufficiente la VAS

piano-regolatore-quando-sufficientela-vas.gif

Il Comune di Verona, per realizzare un nuovo polo integrato uffici-abitazioni-centri culturali, ricompreso nel Piano attuativo del Programma di riqualificazione urbana (Pru), ha richiesto alla Provincia di attivare la procedura di Via, assoggettando così a Vas una variante del Prg (piano regolatore generale) che interessava le stesse aree del Pru.

Con una delibera il Comune ha comunicato la circostanza ai privati, aggiudicatari di lotti del Pru, che hanno impugnato la decisione.

Il Tar Veneto (n. 860/2008) ha accolto il ricorso: è stata giudicata illegittima la decisione di sottoporre a Via tutto il Pru. Ci si trova infatti in presenza di un piano urbanistico, per il quale, anziche` applicare la procedura di screening, secondo le disposizioni della Lr 10/99, in materia di Via, si doveva far riferimento alla Lr 23 aprile 2004, n. 11.

Secondo la Lr 23 aprile 2004, n. 11, la valutazione ambientale strategica (Vas) costituisce lo strumento attraverso cui evidenziare la congruita` delle scelte degli strumenti di pianificazione rispetto agli obiettivi connessi a uno sviluppo sostenibile in grado di assicurare un elevato livello di tutela dell`ambiente. Viene così evidenziato e distinto il ruolo dei due istituti: la valutazione strategica diventa lo strumento generale attraverso il quale orientare, in una prospettiva ambientalmente compatibile, determinati interventi. Gli interventi saranno sottoposti a una valutazione ambientale, piu` circoscritta e puntuale (Via), limitata ai soli effetti sull`ambiente di una specifica opera, nell`ambito di un`area di territorio gia` pianificata secondo esigenze ambientali.

La direttiva 42/2001/Ce ha introdotto la Vas a livello comunitario; insieme al Dlgs 152/2006 (Testo unico ambientale, modificato dal decreto legislativo 4/2008) introduce norme per il coordinamento delle due procedure, permettendo alla Via di utilizzare le conclusioni della Vas pur mantenendo ferme le differenze.

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico