Questo articolo è stato letto 0 volte

Piemonte, beni di interesse storico: via a recupero e valorizzazione

piemonte-beni-di-interesse-storico-via-a-recupero-e-valorizzazione.gif

Anche in Piemonte si siglano accordi per la valorizzazione e il recupero di due beni di notevole interesse storico ed artistico: l’Agenzia del Demanio, Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e due Comuni collocati nella provincia di Alessandria, cioè Bosco Marengo e Castelletto D’Erro hanno firmato nella giornata di ieri il patto per tutelare l’ex Convento Santa Croce e la Torre Medioevale.

Tramite tale accordo lo Stato si impegna nei prossimi mesi a trasferire gratuitamente ai Comuni gli immobili, per i quali si avvia il progetto di recupero e riqualificazione finalizzato a migliorarne la fruibilità a vantaggio di tutta la cittadinanza. Ma quali tipologie di interventi sono previste per i due beni? Eccole in rapida sintesi.

Per quanto riguarda la Torre Medioevale di Castelletto D’Erro sono in programma interventi di messa in sicurezza, oltre all’inserimento della Torre nei circuiti di visita del territorio come i “Castelli Aperti” o manifestazioni escursionistiche.

Per ciò che concerne l’ex Convento Santa Croce a Bosco Marengo l’accordo stabilisce la ristrutturazione dell’intero complesso e la successiva valorizzazione a Centro Internazionale per la Sicurezza del Patrimonio Culturale, che consentirà di aumentare l’attrattiva del territorio locale. L’edificio potrà inoltre essere utilizzato per ospitare congressi e conferenze internazionali, necessarie a promuovere il dibattito scientifico in sinergia con altre Istituzioni impegnate nella tutela del patrimonio.

Fonte: Ansa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>